La Ue boccia Monti:"E' solo un'aspirina..."

Bocciato il professore. La sua ricetta per combattere lo spread è stata bollata come un "paracetamolo finanziario che attenua il male ma non risolve le questioni strutturali"

Anche i professori vengono bocciati. La proposta contro lo spread di Mario Monti non entusiasma la Commissione europea che la definisce come "un'aspirina finanziaria". Insomma, il dottor Monti ha diagnosticato un raffreddore invece che un malanno più serio.
Al G20 messicano il premier ha avanzato l’ipotesi di impiegare il fondo salva-Stati per l’acquisto di titoli di Stato nei Paesi periferici dell’eurozona. Una misura, secondo Monti, in grado di far scendere la febbre dello spread fra queste obbligazioni e i Bund tedeschi. Una misura tuttavia non ricalcata sulle necessità dell’Italia. "È un paracetamolo finanziario che attenua il male ma non risolve le questioni strutturali" ha tagliato corto così Amadeu Altafaj, portavoce del commissario titolare degli Affari economici e monetari.

 

Commenti

Luigi Farinelli

Mer, 20/06/2012 - 21:10

La Commisione Europea è il problema vero dell'Europa: il debito pubblico preso come esclusivo fattore discriminante per stabilire sulla salute di un Paese è una truffa colossale. USA, UK, Giappone hanno debiti pubblici enormi, superiori al nostro. Perchè non hanno i problemi delle Nazioni agganciate all'UE? Come mai tanta opposizione alla creazione di una vera banca centrale europea? I banchieri e i massoni della Commissione hanno paura di non rieuscire a soddisfare le richieste delle lobbies che la dirigono al di fuori da ogni regola democratica? Hanno paura di non riuscire a far avanzare il processo di globalizzazione economica e di non riuscire a disintegrare, ora che il ferro è caldo, i principi etici e morali imponendo una società di andogini assoggettati al potere degli "illuminati" del Birdelberg, dell'ONU e della Trilaterale? Hanno paura che non accelerando i tempi anche i sinistrosi, galoppini dei massoni ultralaicisti e del potere ultracapitalista comincino a sgamare?

Ritratto di romy

romy

Mer, 20/06/2012 - 22:26

#1 Luigi Farinelli,mi permetta di farle le mie congratulazioni,bel commento il suo,peccato che ai più sfuggono tante cosucce,specialmente ai giovincelli.Il debito pubblico,lo conoscevano bene anche prima,come conoscono bene quello Usa,Giapponese ed i problemi degli Inglesi,che se la passano molto meglio di noi nonostante hanno molti più problemi di Noi,ma loro vogliono rompere i co.glioni solo a noi Italiani in primis,L'Italia ha bei tesori sul suo territorio..........io non li sopporto più e neanche Berlusconi ne sono certo e convinto, se le cose dovessero peggiorare o rimanere stazionarie,ADDIO EURO.

mekong43

Mer, 20/06/2012 - 22:50

Tutti professori, scienziati e mentori della grande Economia e hanno partorito un topolino e si sono incartati sugli esodati, dando anche l’occasione ai compagnoni della CGIL di sbertucciarli! E finiti questi cosa resta? Con un popolo beccaccione, che o non vota come se anziché in Italia risiedesse in Svizzera o ti elegge personaggi dello spessore del giustizialista della bassa Italia, del mezzadro della Val Trebbia o del mago del fuori strada. Ma per favore!

papeppe

Mer, 20/06/2012 - 22:57

Finalmente Berlusconi è sceso in campo. Ora si potrà finalmente dire alla Germania che noi non vogliamo i loro soldi; il privarsi della possibilità che la BCE possa comprare i nuovi titoli di debito degli stati che rispettano le condizioni economiche poste dall'Europa si giustifica solo con interesse personale o perchè la Germania non ne ha bisogno. E allora noi dovremmo pagare interessi altissimi perchè alla Germania non serve questo strumento contro la speculazione perchè a lei non serve. Vada la Germania fuori dall'Euro, perchè credo che sia in minoranza in Europa, altrimenti andremo noi fuori dall'euro con la consapevolezza degli egoismi della Merkel. Chiaramente i titoli gia emessi dovranno essere lasciati alla legge del mercato e le nuove vendite andranno fatte senza alcun riferimento allo spread. Alla banche europee compresa la BCE dovrà essere vietato comprare titoli gia sul mercato con prezzo superiore alle nuove emissioni.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mer, 20/06/2012 - 23:01

@Luigi - Invece di pensare al complotto illuminato/ONU/Trilaterale/Sinistrorso/Ultralaicista/Massonico pensi invece a mettersi nei panni di un contribuente tedesco che lavora sodo, che sa che andrà in pensione a 67 anni e che legge sul Bild dei 20000 precari in Sicilia assunti giusto ora senza concorso. Vedrà che ragionandoci sopra, pian piano le si schiariranno le idee sulle - a mio avviso - giuste resistenze della Merkel a stampare moneta.

moris136

Mer, 20/06/2012 - 23:22

speriamo che ora lo capisce che non serve mettere più vino nella botte se perde, ma riparare la botte.il debito cala se cala la spesa, strano che alla bocconi non lo sanno.alla prossima mettiamo una casalinga lei sa come si fa a tagliare .

Olga Daz

Mer, 20/06/2012 - 23:45

Chiedo scusa se per questo commento mi appoggio ai bellissimi versi di “Ode a Venezia” che ricordano i giorni bui di questa città. “Italia bella l’ultima tua ora è venuta illustre martire tu sei perduta il governo ciurla il pan ti manca sul COLLE sventola bandiera bianca. Non le ignivome palle roventi ne’ terremoti e MONTI su te incombenti dei gloriosi tuoi giorni tranciar potranno lo stame. VIVA L’ITALIA MUORE DI FAME !

Leonardo Marche

Mer, 20/06/2012 - 23:54

Spesso mi chiedo, ma dove è finito il buon senso degli economisti? PIL= consumi finali+spese stato +(export-import). Non l'ho inventata io e tutti quelli che hanno studiato economia la conoscono. La crescita (il PIL) non è più perseguibile con l'aumento della spesa dello stato (nonostante Keynes si rivolti nella tomba) per debito massimo raggiunto. I consumi sono al palo per le tasse e l'export è inferiore all'import da 15 anni e ha prodotto il disastro degli spread. Unica soluzione è: energia a basso costo (=nucleare), ridurre sul serio lo stato (come aveva fatto Berlusca), ridurre il cuneo fiscale, e di tanto, in modo da dare competitività alle aziende. E se non basta ridurre stipendi, affitti, benzina e tariffe imposte per decreto del 20-30%. Il problema vero è che Monti è un uomo di re Giorgio, che ha idee di sinistra e non accetterà mai quanto ho appena scritto. E non se ne esce. Forse con un nuovo presidente e un nuovo governo, ma ci vuole una maggioranza forte... un sogno forse

dayanki

Mer, 20/06/2012 - 23:52

Aspirina? proprio a lui che ce l'ha coi farmacisti?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 21/06/2012 - 00:52

Anche in Europa si stanno accorgendo di quale razza di incapaci abbiamo al governo in Italia. A partire dal presidente della repubblica che non ha fatto nulla contro l'aggressione antidemocratica delle magistratura al precedente presidente del consiglio. Fino alla nomina degli attuali ministri non eletti dal popolo e che dimostrano di essere degli abilissimi tecnici dell'incapacità. I cittadini italiani ringraziano sentitamente.

roby55

Gio, 21/06/2012 - 01:24

@ #1 Luigi Farinelli : sono pienamente d'accordo con te. Cordiali saluti.

alyas

Gio, 21/06/2012 - 02:56

Dobbiamo uscire dalla UE_________vediamocela da soli________Non siamo più considerati nè a livello europeo______nè mondiale________Cari italiani, ci stiamo svendendo e non è da noi_________Siamo al centro di 3 mari (tutti devono passare attraverso i nostri porti)_________siamo prosperi in tutto: agricoltura...bestiame... mercato ittico...stoffe..calzature... latticini...ecc ecc...Abbiamo tutto_______Basta dipendere da questi masnadieri!!!!

Roberto Casnati

Gio, 21/06/2012 - 03:50

La stupidità dei burocrati fa dire loro idiozie come quella sull'aspirina. Tutti sanno, e non c'è bisogno di dirlo, che il ricorso al fondo "salva stati" è solo un palliativo temporaneo, ma, tanto per rimanere in metafora, su qualsiasi malato s'interviene subito appunto con un'aspirina per calmare la febbre, poi si particano tutte le cure del caso che il paziente, con 40° di febbre, mal tollererebbe.

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 21/06/2012 - 05:52

La proposta fatta da monti, per conto della signora Merkel, tende a ricercare una via di uscita per la germania che a questo punto, confratulandosi con Monti, finirebbe col accettare , spendendo soldi soprattutto di altri , l' idea di bond dalla apparenza anche tedeschi (non tedeschi -carlà) ma tedeschi tedeschi

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 21/06/2012 - 05:53

peggio che andar di notte a luci spente...: monti si sta arrampicando sugli specchi e non ha ancora fattop i conti per stabilire cosa potrebbe succedere se l' italia e la ferancia uscissero dalla zona euro :il costo in termini relai si aggirerebbe intorno al 30% di perdita netta apparente, le perdite della germaniua supererebbero invece il 60% portando il suo disavanzo in un colpo solo da settemila miliardi a oltre 11mila e cio comporterebbe il fallimento totale anche dell' europa coivolgento comunque tutti i poteri forti del mondo: questo è il motivo per cui ilò mondo a questo punto interverrà per zittire la Merkel che evidentemente non si è ancora resa conto che tutta ò' europa è stanca dei suoi giochi di stampo Hitleriano ed i suoi iumpossibili dictat: tutti sanno del debito tedesco e cero la merkel non lo puo addebitare gli altri

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 21/06/2012 - 06:06

moti si chiedono ora se il qi di monti gli pèuò consentire di dire e fare cio che fa: evifdentemente la grande sorella cerca di intervenire lodando a dismisura il suo comportamento ed i risultati da lui ottenuti: ma non si rende conto che qui non siamno alla fin fine cosi stupidi come lei ci giudica ed i risultati li sappiamo giudicare da soli senza il suo intervento: questa direzione europea di stampo tedesco, deve andarsene perche sta portando l' europa alla catastrofe

Cinghiale

Gio, 21/06/2012 - 08:24

Io non ne capisco, forse questa però è la dimostrazione che le teorie di Monti non sono da professorone.

arkangel72

Gio, 21/06/2012 - 08:50

Menomale che abbiamo un grande economista al governo, messo lì da quell'altro faro splendente che abita al Quirinale!!! Qualcuno se ne sta accorgendo anche all'estero di quanto sia capace e preparato! Non parliamo dei suoi ministri...meglio che li nasconda bene, altrimenti si andrebbe da una figuraccia all'altra!

ntn59

Gio, 21/06/2012 - 08:54

Il prof ci aveva anche raccontato che con qualche sacrificio ci avrebbe portato fuori dalla crisi. Il prof-bufala ha portato fuori dalla crisi solo le banche e i poteri forti che lo sostengono.

pittariso

Gio, 21/06/2012 - 09:00

La vera cura risolutiva è:eliminare sprechi e privilegi e tagliare (veramente) stipendi e pensioni dei politici e funzionari pubblici che superano un certo limite . Se non si farà questo non c'é soluzione perché é impossibile riempire una bottoglia ( costo dello Stato) che non ha il fondo (spese senza limite).

lucioottavio

Gio, 21/06/2012 - 09:07

Il grande circo Barnum si trasferito nei palazzi della UE con al seguito fatucchiere e cartomanti. Alleluja brava gente. Alla prossima ci faranno vedere come si vince al gioco delle tre carte. Dio perchè ci hai abbandonato?????

pittariso

Gio, 21/06/2012 - 09:33

#2 moris 136-D'accordo al 100%.Bisogna eliminare gli sprechi e i privilegi e tagliare drasticamente gli stipendi pubblici oltre un certo limite.

Ritratto di raffaelelupo

raffaelelupo

Gio, 21/06/2012 - 10:00

Dalla vostra rubrica "Dal rigattiere delle parole" di oggi: "CACATAMENTE: Avverbio “del parlar plebeo” che si perde dopo la metà dell'Ottocento. “Si dice per similitudine del favellare o fare altra cosa adagio”, anche “male e quasi a scosse”. L'Alberti di Villanova (1825) annota che la metafora s'ispira a “chi patisce stitichezza”. I modi per indicare il fare o il parlare lentamente sono tanti. Uno, particolarmente ..." Perché avete troncato con i puntini? E' fin troppo chiaro che il termine si attaglia perfettamente al fine e dotto affabulare di Mari&Monti.

sigmathema

Gio, 21/06/2012 - 10:02

Che monti non abbia idee è ormamai assodato che poi esca con trovate del genere non fa che peggiorare la sua immagine. che stia zitto

voce.nel.deserto

Gio, 21/06/2012 - 10:02

Non c'è alternativa a Monti.Partito Democratico e Popolo della Libertà inquinati dal malaffare. Grillo può solo aiutare a demolire,non a ricostruire. Monti deve ottenere cambiamenti radicali nella struttura della governance europea. E' sulla buona strada:lasciamolo lavorare.Ne parleremo a luglio 2012 dopo la riunione del vertice europeo.

MEFEL68

Gio, 21/06/2012 - 10:13

A noi italiani, i provvedimenti di Monti, più che aspirine, sembrano supposte. Poi, vorrei chiedere a "12 voce nel deserto" perchè un essere come Monti che pensava di risanare l'economia italiana e quella dell'eurozona con l'aumento dei taxi e dell'apertura domenicale dei fornai è sulla buona strada e Berlusconi no. Quello che trovo assurdo è l'appoggio del PDL che sta smentendo se stesso. Imposte a parte, quali sono le riforme di Monti? Ha cambiato l'architettura dello Stato? Ha tolto i privilegi ai privilegiati? Ha migliorato i conti pubblici? Ha ridato slancio ai consumi? Allora? Perchè lui si e altri no?

bobsg

Gio, 21/06/2012 - 10:47

Ne facesse una giusta! Ma quante vaccate avrà commesso a Bruxelles in tutti gli anni nei quali ha rappresentato l'Italia?

Albert1

Sab, 23/06/2012 - 22:57

Non posso descrivere la mia felicità!! E' incontenibile! FINALMENTE qualcuno gli ha detto sul muso che NON CAPISCE UN C@Z.Z.O!! Caro (in tutti i sensi) Rigor-Montis .... (regressione infantile on!) ... ti sta bene tiè tiè tiè .... ora lo dico pure alla maestra! (regressione off!) Scusate ma erano mesi che aspettavo il pettine per far vedere all'Ebete i nodi. Ed ora il Pdl per favore esca dalla coalizione oppure proponga cose sensate SENZA compromessi. Non possono più permettersi di stare con questi Demen.ti aspettando che rinsaviscano. In realtà avrebbero dovuto accorgersene molto prima ma sono tonti pure loro ... . In ogni caso il mio voto a questo giro se lo sognano!!