Ue, Rehn frena l'austerity: "Ora rallentare il rigore"

Il commissario agli affari economici rallentamento del consolidamento è possibile ora grazie agli sforzi fatti dai Paesi in difficoltà"

La Commissione Ue frena sull'austerity e apre alla possibilità di un minore rigore sui conti pubblici: "Il rallentamento del consolidamento è possibile ora grazie agli sforzi fatti dai Paesi in difficoltà, dall’impegno Bce e dalle politiche di bilancio credibili", lo ha detto il commissario agli affari economici Olli Rehn.

"Gli sforzi di consolidamento devono tenere in considerazione le specificità dei Paesi, perciò la dinamica dell’aggiustamento di bilancio sta cambiando - ha proseguito Rehn da Bruxelles -. C’è ora spazio di manovra per sforzi meno aggressivi, cosa che non era possibile nel 2012 perchè allora i Paesi dovevano ristabilire la credibilità e rendere sostenibili i conti".

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 25/04/2013 - 14:37

Questo finlandese dovrebbe accontentarsi di parlare per se e non per l' europa: ma faccia pure e soprattutto dica ciò che vuole: noi dobbiamo sapercene fregare per fare cio che riterremo utile per la salvezza dell' italia

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 25/04/2013 - 14:45

grazie tante... ora che siamo quasi a secco! perchè non fate stampare le banconote? :-)ne abbiamo bisogno e del deficit ormai ce ne fottiamo proprio...

Ritratto di inserraglio

inserraglio

Gio, 25/04/2013 - 14:54

Olli Rehn dov'eri fino ad ora, in letargo o al comando della Merkel e delle banche tedesche.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 25/04/2013 - 15:18

Cosa é successo??? ora che tutti ormai si rendono conto che la Francia, grande protetta del signor olli, é nella stessa melma dell'Italia si addolciscono le cure?? Cosa teme il nostro olli? teme di perdere le forniture di bordeaux, quel bordeaux che ama tanto??

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 25/04/2013 - 16:34

In Spagna disoccupazione al 27%. In Francia e Germania cresce il debito, come in tutta l'eurozona. Naturalmente chi mette in dubbio la bontà dell'euro è solo un complottista. L'euro ci regala stabilità. Peccato che oggi la stabilità ce l'abbiamo solo Cechia, Polonia, Danimarca, Norvegia, Svezia, .......... voi bevetevi le balle dei nostri media di regime.

Duka

Gio, 25/04/2013 - 16:37

Ma questo sa che cosa fa e dice? Prima austerity assoluta ora che tutta Europa è con il culo per terra si cambia. Sono questi personaggi, tra i quali Mr. Monti naturalmente, che ci rovinano. Burocrati incapaci di comprendere i problemi dell'economia reale, per loro l'economia è esclusivamente finanziaria. Andate a cag.....

precisino54

Gio, 25/04/2013 - 16:40

Finalmente questo euro inutile burocrate l’ha capito che il rigore con i paraocchi ha creato il disastro. Sarebbe stato meglio svegliarsi prima, ma mi auguro che siamo ancora in tempo per recuperare il danno fatto da questi stolti-.

idleproc

Gio, 25/04/2013 - 17:08

Tanto ce ne andiamo... e a finanza fantasy ci giocate tra di voi.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 25/04/2013 - 17:55

un altro delinquente nominato dal Bilderberg

PDA

Gio, 25/04/2013 - 18:10

Gentile redazione, invece di scrivere questo articolo, incomprensibile alla maggioranza dei lettori, era meglio pubblicare per esteso il newrelease di EUROSTAT 64/2013 del 22 aprile 2013 ( www.ec.europa.eu/eurostat). Si certo la situazione nel 2012 é un po' migliorata sia nell'eurozona (EA17) che in EU 27, ma rimane sempre il fatto 17 Stati Mebri hanno un defict > al 3% e che sola la Germania ha un piccolo surplus (0,2%)

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Gio, 25/04/2013 - 23:08

Povero Olli Rehn... Dopo essere stato deriso pubblicamente da Krugman perché voleva zittire fior di economisti che criticavano l'austerity, adesso è tornato sulla retta via (oppure semplicemente la crisi è arrivata in Finlandia?).