ULTIMATUM ALLA UEDentro o fuori dell'euro?

Secondo un sondaggio condotto dall’Istituto Swg, la fiducia degli italiani nell'Unione europea è crollata di venti punti percentuali nel giro di solo un paio d'anni. La tentazione di mandare in pensione i tecnocrati di Bruxelles e la moneta unica è sempre più forte. Rilanciamo a voi lettori la domanda: dentro o fuori dall'euro?

Dentro o fuori dall'euro. La moneta unica sembra avere i giorni contati. In Grecia è tutt'altro che un'ipotesi peregrina. In molti Paesi d'Europa si moltiplicato i partiti estremisti che sono disposti a portare in parlamento la battaglia per dire addio a quell'Unione europea che non è stata in grado di fronteggiare tempestivamente la crisi economica. D'altra parte un numero sempre maggiore di europei è fermamente convinto che l'Ue è un'istituzione inutile e, ancor peggio, che l'operazione euro debba essere considerata come "fallimentare".

I sacerdoti della moneta unica prospettano catastrofi per chi la lascia ma la Francia non si è fatta spaventare. Eppure più la crisi economica miete vittime tra gli Stati del Vecchio Continente e più la speculazione brucia euro di capitalizzazione sui mercati finanziari, più l'addio all'unione monetaria si prospetta come una strada percorribile. Insomma, non è più una bestemmia. D'altra parte anche la numero uno del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, ha dato non più di tre mesi di vita all'euro. Secondo un sondaggio condotto dall’Istituto Swg in esclusiva per Agorà, la fiducia degli italiani nell’Unione Europa è letteralmente crollata: nel 2012 si è attestata al 32% registrando una perdita di più di 20 punti percentuali (-22%) rispetto a soltanto due anni fa. Nel 2010 viaggiava, infatti, intorno al 54%. Non è solo l'Europa dei tecnocrati a non piacere più agli italiani. Anche i mal di pancia nei confronti dell'euro hanno raggiunto livelli preoccupanti: la fiducia degli italiani nella moneta unica è calato al 35%. Tanto che un numero sempre maggiore di intervistati è favorevole a un'eventuale uscita dell'Italia dall’Unione europea perché dall'ingresso nell'Eurotower il Belpaese ha tratto più svantaggi che vantaggi.

E voi cosa ne pensate? Votate il nostro sondaggio

Commenti
Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 14/06/2012 - 16:30

Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori - Fuori............. E Monti a cas

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Gio, 14/06/2012 - 16:25

Ma che referendum ? Volete davvero che si torni alla lira ? Per cosa ? Per fare concorrenza ai cinesi a vendere padelle e mattonelle per il pavimento ? Volete tornare ad essere i pezzenti che eravate con le lire ? Il referendum facciamolo pure ma sul fatto se il costo dei dipendenti statali vada ridotto licenziando oppure riducendo lo stipendo a tutti. Fosse rimasto un liberista in Italia, la divisione è tra comunisti di destra e di sinistra, che disastro !!!

minimo

Gio, 14/06/2012 - 16:27

L'ho sostenuto subito, appena s'iniziarono i corsi della contabilità a due monete. Mi accusarono di euroscetticismo, mi chiudevano i telefoni in faccia:"un altro euroscettico". SUBITO FUORI DALL'EUROPA, salvo che le nazioni non si decidano di fare sul serio. Fino ad ora hanno pensato di fare le banane più corte, ma non hanno pensato di creare quella banca unica che intervenisse nei momenti di difficoltà delle nazioni.Come del resto facevano le banche nazionali. Forse molta della colpa la darei ai signori prodi, ciampi e via cantando. Se ricorderete questi signori decisero di "vendere" il debito pubblico nel mercato libero, mentre prima interveniva la banca d'italia per coprire il disavanzo, ovvero stampava moneta per pagarlo.E perché, in europa, non hanno pensato di fare altrettanto??Avevano a cuore soltanto le banane, anzi, anche il cioccolato fatto con tutto meno che con il cacao. Subito fuori, e mangiamo il cioccolato vero.

Rico74

Gio, 14/06/2012 - 16:34

Ma siamo seri per favore.Il fatto e´che da noi l´euro e´stato introdotto male e nessuno ha vigilato sulle speculazioni.1 € dovrebbe valere circa 2000 Lire invece si e´applicata da subito un valore da sciacallaggio.Quello che prima costava 1000 Lire e´arrivato subito a costare un euro.Era ovvio che questo modo di fare prima o poi avrebbe causato la crisi in cui viviamo oggi. Io penso che la soluzione non sia l´uscita dall´EU ma un maggior controllo, la riduzione del debito pubblico ed una maggiore equita´fiscale. Se oggi si tornasse alla Lira ci si troverebbe con una moneta svalutatiossima altro che 1935 lire per un euro, ci si troverebbe con un debito pubblico insostenibile ed a pagare molto di piu´le risorse prime tra le quali l´energia che siamo costretti ad importare.Inoltre cosa speriamo di esportare? Gia´da tempo il mercato dei prodotti a basso costo si e´trasferito in Cina ed India.Non abbiamo tecnologie e non investiamo niente in ricerca. Io la vedo nera ...

Izdubar

Gio, 14/06/2012 - 16:38

Occorre essere ampiamente documentati per rispondere con un minimo di consapevolezza al quesito: Euro si / Euro no. Quali sono gli scenari in caso di uscita dall'euro? Quali le conseguenze in campo economico, finanziario e sociale? Chi ci guadagnerebbe e chi ci rimetterebbe? In mancanza di adeguata informazione, si vota con la pancia invece che con la testa.

gbsirio_1962

Gio, 14/06/2012 - 16:38

fuori dall'Euro centomila volte !!!!

spartaco2011

Gio, 14/06/2012 - 16:41

Carissimo Dr Porro, la stimo moltissimo ma non riesco a capire come si possa esprimere un parere su di un sondaggio se non si spiega agli italiani il grave rischio che si incorre votando a favore dell'uscita dell'Italia dall'Euro.Cosa succederà ai nostri poveri risparmi di una vita di lavoro?E , delle pensioni?E nel caso che dovessimo ritornare a gestire la v ecchia lira ,il costo della vita,dei salari,stipendi e pensioni si adegueranno al cambio della moneta europea che andrà a sparire?Stiamo vivendo un'agonia lentissima di un futuro incerto.

gangster

Gio, 14/06/2012 - 16:43

e' propio il caso di dire...SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGGIO ...con la vecchia adorabile Liretta, nonostante inflazioni, ruberie, etc.etc. avevo la macchina, andavo in ferie, al sabato alndavo fuori con la moglie...oggi, con lo stramaledetto EURO, non ho piu' la macchina, al sabato se vado da MC DONALD e' gia' tanto. Torni la vecchia LIRA, e' meglio partire da zero per crescere che affondare giorno per giorno. Sperando che tornando la lira se ne vadano a fa..n..k-u..lo tutta l'attuale colasse politica.

Ritratto di ADM

ADM

Gio, 14/06/2012 - 16:44

....fuori dall'euro...ovviamente...non ha più nessuna ragione d'esistere!!!! Grazie.

mabebo

Gio, 14/06/2012 - 16:44

visti i risultati, mi sembra che l'uscita dall'euro non possa peggiorare la ns situazione.Con tanti ringraziamenti a Prodi e Ciampi.

Lugar

Gio, 14/06/2012 - 16:45

Stare nell'Euro ci costa in termini economici, e di sovranità nazionale, ma uscirne è da suicidio economico. E' come stare in mezzo a un guado dove non possiamo andare avanti e ne possiamo tornare indietro. Quindi la domanda se stare o meno nell'Euro è solo superficiale, la risposta è molto complessa e va girata agli esperti.

GilbertoVR

Gio, 14/06/2012 - 16:47

Un numero sempre troppo elevato di italiani, non aiutati da una corrette ed onesta informazione, non si rende conto che la fine dell'UE e dell'Euro comporterebbe la distruzione del loro anche piccolo patrimonio e la fine del modesto benessere finora essitente. Molto probabilmente non verrebbero più pagate regolramente le pensioni e gli stipendi dei pubblci dipendenti, ecc. Occorre, anche per questa testata, avere il coraggio che il nostro paese non è competitivo sui mercati internazionali, è impigrito complessivamente, occorre liberarci di circa 800.000 dipendenti pubblici e cambiare totalmente la classe politica.

haresh

Gio, 14/06/2012 - 16:51

Fuori dall'euro e dall'europa!!!!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 14/06/2012 - 16:51

aò. l'euro manco lo stampano in europa

morus39

Gio, 14/06/2012 - 16:51

Discutere, alla luce dei fatti inequivocabili, se stare dentro o fuori l'Euro è veramente inutile.Il problema centrale è un altro:l'architettura europea cosi come è stata concepita non può assolutamente funzionare.Ha dei costi elevatissimi che incidono notevolmente sui bilanci degli appartenenti alla U.E. ed ha delle regole che a volte definirle astruse è riduttivo.Comunque, visto che, anche se nessuno lo dice chiaramente,lo scopo dell'U.E. consiste nell'eliminare le guerre intraunione, ma il prezzo che paghiamo è veramente molto elevato suggerire, per i paesi che lo vogliano, l'uso di due monete:l'euro e la moneta di origine con la sua banca centrale emittente e garante.I "professori di economia" ci hanno inculcato il concetto che la moneta buona scaccia quella cattiva.Pertanto se un paese è virtuoso la sua moneta sarà preferita all'euro altrimenti avverra il contrario.Basta prendere l'esempio dall'Inghilterra che in materia di finanza non sono proprio gli ultimi arrivati.

giovanni.deprosperis

Gio, 14/06/2012 - 16:53

sono pienamente d'accordo ha tornare alla cara lira a condizioni che la lira valga sempre 1936,37 e che se una pensione o stipendio di 1200,00 € valgano 2.323.524 lire

78bastian78

Gio, 14/06/2012 - 16:50

Decisamente fuori dall'eurofallimento fuori dall'unione e ripristinare nel più breve tempo possibile le frontiere riprendiamoci la sovranità nazionale!

cincinnatus

Gio, 14/06/2012 - 17:04

Non è stato l'euro la causa dei nostri mali. Non è stato l'Euro che ha prodotto una voragine di 2000 miliardi nei conti dello Stato, ma le follie predatorie e clientelari di una classe politica (tutta, nessuno escluso) fatta da delinquenti. Dire che all'iorigine dei nostri guai c'è stato l'Euro significa non vedere ad un palmo dal naso. Ed è questo che vogliono i nostri politici, in modo da ottenere la assoluzione e tornare a saccheggiare il Paese.

Imbry

Gio, 14/06/2012 - 16:59

Fuori dall'Euro e dall'Europa. Padroni a casa nostra.

bobsg

Gio, 14/06/2012 - 16:59

Fuori, perdio, fuori! Ci siamo rimasti anche troppo: dieci anni. E' da quando prodi&ciampi&scalfaro ci hanno appioppato questa maledetta moneta che la crisi è iniziata.

idleproc

Gio, 14/06/2012 - 17:07

La risposta è banale. Questa europa, come il processo di globalizzazione è stato fatto su misura di chi sulla globalizzazione ci ha speculato e si è ingrassato. Corporation globali, multinazionali finanziarie. E' nata come imposizione di controllo geostrategico anglosassone e di imposizione dei loro stessi strumenti finanziari e di mercato controllato dalle multinazionali. Il comando economico e di conseguenza politico è totalmente fuori del controllo democratico. E' strutturalmente antidemocratica e illiberale. O si fa l'europa dei popoli subito o se ne esce. Ma Liberi e fuori totalmente dalle sue regole e con la sovranità totale. Ovviamente anche fuori dall'alleanza atlantica perdendo lo stato coloniale. Possiamo farlo in larga compagnia sia delle nazioni latine (anche d'oltre Atlantico Tié...) che degli altri popoli che desiderino starci, crucchi compresi, per costruirlo davvero un mondo delle Nazioni e delle culture non schiacciate da imperi criminali.

Cinghiale

Gio, 14/06/2012 - 17:02

Sarebbe stato più saggio non entrarci all'inizio, come diceva la Lega. Adesso quale sia il male peggiore chi ce lo può dire? Monti che se lo spupazza? SI o NO? In entrambi i casi è un salto nel buio.

Ritratto di scandalo

scandalo

Gio, 14/06/2012 - 17:05

Il Financial Times dà ragione a Bossi: Europa unita più piccola e solo con il Nord Italia !! articolo sul sole 24 ore !!

Mario-64

Gio, 14/06/2012 - 17:14

D'accordo per la poca fiducia nei tecnocrati europei ,ma piano a dire fuori dall'euro ,certe sparate lasciamole a Grillo ,per la gente comune potrebbero essere dolori. (E ovviamente si salverebbero solo i ricchi ,con i soldini in Svizzera ,che diventerebbero ancora piu' ricchi...)

routier

Gio, 14/06/2012 - 17:13

Uscire dall'euro è una faccenda piuttosto complessa e di conseguenze non sempre e facilmente prevedibili tuttavia ritengo che sia meglio per l'Italia ritornare alla sovranità monetaria come tutt'ora Inghilterra e Svezia. Tanto, peggio di così non sarebbe possibile.

Ritratto di skin

skin

Gio, 14/06/2012 - 17:17

Andateci piano nel chiedere il licenziamento dei dipendenti statali, perché dopo le tasse chi le paga? Vi fanno chiudere le botteghe pure per l'evasione di uno scontrino.

idleproc

Gio, 14/06/2012 - 17:24

#15 morus39. UK NON è proprio un buon esempio. Si informi meglio sui numerelli non taroccati delle sue finanze. E' stato il cavallo di ***** della finanza-fantasy in europa. Con un piede dentro e un piede fuori... una fondamentale componente geopolitica dell'asservimento a scopi altrui delle nazioni europee, crucconia compresa, impedirebbe come ha impedito di fare un'europa dei popoli. L'europa non doveva essere una realtà politica, solo fasulla per i beoti. Tra l'altro, aggiornata all'ormai essere esclusivi tirapiedi della finanza di WS, è sempre stata la Politica dell'impero inglese verso l'europa continentale.

luigimichele

Gio, 14/06/2012 - 17:18

se stare nell'UE significa diventare sudditi del quarto reich, NO! In caso contrario SI, ma con aggiustamenti che tolgano potere a quei mangiapane a tradimento che, *******i nelle politiche nazionali, occupano poltrone ben remunerate causando solo danni.

cotoletta

Gio, 14/06/2012 - 17:18

per prendere certe decisioni ci vuole gente preparata e non uomini comuni che si posono abbandonare a crisi isteriche. in questi giorni debbo passare la visita di idoneità alla guida a causa di una malattia: ebbene,ogni anno devo sborsare circa 50€ di marche da bollo, certificati e documenti vari girando per tre uffici diversi alcuni per più volte.ma tutti questi impiegati che si rivoltano per 5 volte gli stessi documenti quanto ci costano? tralasciando poi il modo in cui si è trattati dal maggior numero di essi con strafottenza, impreparazione e maleducazione, per il semplice motivo che sono intoccabili! sindacati maledetti perchè volete bloccare la fornero per l'unica cosa sensata che ha detto: articolo 18 anche per i dipendenti pubblici? ecco dove sta uno dei tanti macigni che bloccano la nazione. per quanto tempo si può rewsistere sentendo la propria figlia che torna da scuola affermando che su 5 ore di lezione giornaliere spesso ne saltano due pe assenza dei professori?

Holmert

Gio, 14/06/2012 - 17:26

I proverbi si dice,sono la saggezza dei popoli. Mio nonno mi ripeteva sempre:chi lascia la strada vecchia per la nuova,sa quel che lascia ma non sa quel che trova. Giusto ,noi abbiamo lasciato la lira e ci siamo intruppati in una congrega di falliti,Spagna,Grecia,Portogallo,Irlanda,e tutti gli altri con pochi virtuosi. Non poteva che finire così,a pezze nel sedere.E non abbiamo nemmeno una banca che stampi soldi per farli girare anche se inflazionati. Siamo assetati senza acqua. Ed ora? Torniamo indietro? Altro proverbio:cosa fatta capo ha. E l'Ue è cosa fatta e se si torna indietro andiamo a dare una nasata su di un muro di caucciù. Chi ci ha condotto inquesto inferno dovrebbe pagare per tutti,invece continua a fare il solone ed il maitre a penser della situazione con articolesse su di un quotidiano romano. Faccia di tolla ,eufemismo! Non ne usciamo se non con le toppe nel sedere. Se torniamo alla lira a che fare? Ad impiccarci !

Giuseppe Talamo...

Gio, 14/06/2012 - 17:20

Rimanere nell'euro è fondamentale,uscirne ora sarebbe rinunziare per sempre ad un'esperienza irripetibile;il grande passo iniziale,con tutti gli errori accumulati,è stato fatto,e sarebbe un gran peccato buttare a mare tutte le speranze e tutti i danari che ci è costato fino ad ora.Certamente il grosso errore di non aver completato il guado,voglio dire il non aver creato una federazione anche politica oltre che monetaria, ha creato non pochi problemi soprattutto di coscienza comune,si continua ad agire e pensare in termini di interessi locali invece che Europei,ma la grossa crisi non deriva solo da questi problemi,è la globalizzazione che ci porta a confrontarci con chi veramente lavora e produce e non cerca metodi spicci per far danari vendendo fumo senza fatica,purtroppo le mollizie che ci contraddistinguono a tutti i livelli,oggi ci condannano irrimediabilmente.Oltre a fare l'Europa bisogna battere il confronto altrimenti è comunque la FINE Europa o non Europa euro o non euro

Pileoles

Gio, 14/06/2012 - 17:29

#15 morus39 - Le guerre economiche sono tra i vari stati cugini sono peggiori delle guerre con la polvere da sparo. Over 80, anzi, 81

Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Gio, 14/06/2012 - 17:23

L'Euro affiancato dalla lira come moneta nazionale . Un poco come l'inghilterra. Vediamo cosa succede ! In ogni caso se continua come è adesso meglio uscirne e di corsa.

onurb

Gio, 14/06/2012 - 17:25

Non sono mai stato un fan dell'euro: pensare a una moneta unica per degli stati che avevano, e ancora hanno, lingue, tradizioni, politiche e, molto spesso, religioni diverse mi sembrava un'anomalia. Purtroppo è stato fatto e nel momento stesso in cui l'hanno fatto, senza chiederci un parere, ci hanno tirato un bel bidone: il giorno dopo l'arrivo dell'euro gli stipendi hanno perso il 50% del loro potere di acquisto. Nonostante io consideri una iattura l'euro, devo purtroppo dire che oramai dobbiamo restare nell'euro. Per la semplice ragione che qualche furbacchione non aspetta altro che un nuovo cambio di moneta per tirarci un ulteriore bidone. Non possiamo essere fessi fino a quel punto.

Cinghiale

Gio, 14/06/2012 - 17:26

#23 scandalo - Per cui irrealizzabile, se si potesse meglio il Nord Italia fuori dall'europa unita.

Arruffato

Gio, 14/06/2012 - 17:30

Se l'euro dovesse crollare, sia chiaro che le responsabilità sono innanzitutto delle classi politiche dei paesi PIIGS che non hanno sfruttato i primi 10 anni di vita dell'euro per mettere a posto i loro conti. Promuovere uno sviluppo duraturo e un miglioramente delle condizioni di vita delle loro popolazioni, basato sulla crescita e non sul debito. Ma secondariamente la responsabilità sta sulla Germania che ha lucrato per finanziarsi a costo zero coi capitali transfughi greci e spagnoli (e italiani), barattando l'euro e l'unità europea con uno sconto sul costo del debito.

alessandro49

Gio, 14/06/2012 - 17:30

Ho acquistato delle azioni risparmio nel 2010 per un importo di c.ca 12000 euro. Nel corso dello stesso anno ho subito una decurtazione di c.ca il 10%. Lo scorso anno, prima dell'avvento dell'epoca montiana avevo perso un altro 20 %. Dopo Monti, il Salva Italia e una sostanziosa ricapitalizzazione mi ritrovo ad aver perso c.ca il 50% del valore. A questo punto tra il perdere tutto per ricominciare o finire con l'incrementare(questo chiede la banca) l'investimento facendosi fregare passo dopo passo più di quanto investi penso sia molto meglio perdere tutto e ricominciare daccapo con una moneta propria ed una sovranità ritrovata che per quanto debole rispetto a questo euro sarà sempre più forte.Perlomeno qualche arma in più per difenderci dalla speculazione l'avremmo. Il tempo per riprendersi è identico in entrambi i casi.

ted

Gio, 14/06/2012 - 17:36

#23 scandalo: lo stavo per indicare io! E' qui che casca l'asino! Il DIFFERENZIALE di PRODUTTIVITA' tra il Centro Nord (eccellenza in Europa) ed il Sud (equivalente se non peggio della Grecia) è TROPPO GRANDE ! Le cose sono 2 o si reintroducono le gabbie salariali come negli anni sessanta (il sud ha bisogno di un costo del lavoro tra gli 800 ed i 1000 Euro cioè 500 e 600 Euro netti!) o appunto 2 monete diverse! Questo prima o poi accadrà ! E pazienza se poi in prospettiva ci sarà la secessione , me ne farò una ragione! Saluti.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Gio, 14/06/2012 - 17:38

Concordo con #4 Rico74, cambiare di nuovo moneta e abbandonare l'Euro sarebbe il tracollo economico. Basti guardare cos'accadde con l'introduzione dell'Euro (da parte di Prodi e Ciampi che ce l'imposero, senza referendum: io avrei votato contro). I prezzi raddoppiarono in un anno. Molti ne approfittarono e si sono arricchiti (specie i proprietari di immobili, poi rivenduti al massimo della bolla immobiliare). Ma non raddoppiarono gli stipendi dei dipendenti pubblici e privati. Tornare alla lira comporterebbe un'altro raddoppio dei prezzi, come minimo. E una svalutazione colossale della lira, un'inflazione spaventosa in meno di un anno, un'immensa fuga di capitali all'estero, il caos nel sistema bancario, la popolazione alla fame e alla merce' degli sciacalli. La soluzione e' ora l'Europa dei popoli e non dei banchieri e per carita' non si esca dall'Euro. Ma Monti a casa ed elezioni!

gbsirio_1962

Gio, 14/06/2012 - 17:39

che domande.. la rispota è semplicissima : se staremo meglio uscendo dall'Euro : usciamoci !!! Se invece è meglio restarci : restiamoci !!! è Lapalissiano ...O NO ??!!!

gbsirio_1962

Gio, 14/06/2012 - 17:41

..io ho ancora "il porcellino" pieno di monetine in lire che langue nell'armadio... non vedo l'ora di romperlo !!!!

tartavit

Gio, 14/06/2012 - 18:07

Essere o non essere in Europa! Questo è il dilemma. E la scelta di restarci o di uscirne è ardua da prendere, nonostante i tanti soloni blateranti. Se uno segue con attenzione il dibattito che si è sviluppato sulla crisi attuale, tra gli addetti ai lavori, allora si capisce subito che nemmeno loro sanno bene quel che è meglio per farvi fronte. Gli stessi "esperti economisti" fanno proposte e controproposte diametralmente opposte. Gli uni scommettono sul libero mercato, gli altri sulla regolamentazione stretta dei mercati. Gli uni scommettono su più rigore, gli altri su più spese e distribuzione di moneta. Gli uni scommettono sulla riduzione dei debiti pubblici, gli altri sulla crescita. Poi ci sono quelli che scommettono sul rigore unito alla crescita. Ma alla fin fine sempre di scommessa si tratta e non di altro. In altri termini, se i tecnici non sanno più cosa fare, figuriamoci la gente comune. Siamo andati a cacciarci in un guaio più grosso di quello che riusciamo a gestire? Forse

alberto51

Gio, 14/06/2012 - 18:08

Ci mancava anche euro si o euro no.Con euro no siamo spacciati e si ritorna a fare debiti. ma andate a cacaca giornalisti scombinati,compreso l'editore che vi paga.

Otaner

Gio, 14/06/2012 - 18:10

Non ho mai avuto fiducia nell'euro. Quando entrò in vigore pensai ora siamo tutti più poveri, Purtroppo mi pare di non avere sbagliato il mio pensiero visto come siamo finiti.

CALISESI MAURO

Gio, 14/06/2012 - 18:18

Fuori dall'euro e' indubbio, ma..... per fare questo passaggio obbligato tuttavia serve un timoniere e una classe politica coi cosidetti.... non vedo nessuno da qui all'orizzonte, ci sono dei pellegrini che giustamente pensano al comico, ma questo e' solo uno specchietto che serve ai padroni dei sobri, credetemi la poverta' umana e caratteriale che ha raggiunto questo popolo e' semplicemente spaventosa. Serve qualcosa che somigli ad una dittatura per uscirne, oppure persone come Mattei che infatti e' stato tolto di mezzo. Con ABC non se ne esce. Ma non e' colpa di ABC la colpa e' nostra. quindi euro o non euro e' finita comunque.. e non sono affatto pessimista ma realista. Ditemi che sbaglio e dove e vi ringraziero!

idleproc

Gio, 14/06/2012 - 18:17

Dato che l'apparato burocratico-portaborse-paretele-parlamentari-intrallazzi-eu, è molto esteso e articolato, gli interessati dovrebbero, per correttezza, astenersi dal voto.

G_Gavelli

Gio, 14/06/2012 - 18:25

FUORI!! Andiamo fuori e di corsa!

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 14/06/2012 - 18:20

A questo punto direi ....errare e´umano............ E stata un esperienza che l america ha sabotato, e noi con questi dementi politici abbiamo subito. Ritorniamo alle nostre vecchie lirette, con tutto il casotto che un cambio porta con se.Piu chelasciare l euro lasciamo questa europa e riprendiamoci la sovranita nazionale. Csi chiudiamo le frontiere e non ci potranno piu rimproverare di non accogliere la feccia.

Ritratto di Ennaz

Ennaz

Gio, 14/06/2012 - 18:29

L'ho già scritto più volte:questa Europa non può funzionare.Se avesse un Governo Unico,composto dai rappresentanti di tutti i Paesi membri(nel senso di partecipi e non ...fisico,anche se sarebbe più appropriato!) ,Unico Esercito,Unica Banca,Uniche Istituzioni,forse funzionerebbe,ma così come è serve solo a dissanguare il Paesi membri(c.s.!) a favore della speculazione finanziaria e delle banche che sono le UNICHE agevolate dalla BCE!!! Cocludendo:FUORI DALL'EURO E SUBITO !!!

Singolarita

Gio, 14/06/2012 - 18:25

Fuori subito da questa dittatura bancaria. Oggi il gran ciambellano servo dei potenti, ha detto di vendere (regalare) i beni pubblici. Signori questo si vende pure il colosseo e lo regalerà ai suoi compari. Bisogna immediatamente intervenire e processare questa gente per alto tradimento. Con la prevista pena.

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 14/06/2012 - 18:25

Stiamo dando i numeri? L'ultimatum lo darà l'UE a noi altrochè noi all'UE. Della superbia dei poveri (l'Italia) i ricchi (la germania, l'Austria, la Francia, ecc.) si nettano il c... il sedere volevo dire.

Raoul Pontalti

Gio, 14/06/2012 - 18:41

Uscire dall'euro e dall'Europa è una follia ma restarci così è una disgrazia: se non si mettono a posto i conti dello Stato e non si rilancia l'economia si dovrà dare il via libera all'Europa a due velocità caldeggiata dalla Merkel con tutte le conseguenze. E' una battaglia su due fronti quindi: interna che va fatta in ogni caso per rimetterci in carreggiata e nei confronti dell'Unione Europea e della Germania in particolare insieme con gli altri Stati dell'UE che temono come noi di finire nel girone dei dannati d'Europa. Ma bisogna essere credibili e purtroppo non lo saremo fino a che questa classe politica inetta non sarà stata cacciata.

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 14/06/2012 - 18:38

Tutto fa pensare che sia meglio uscire e tornare all'antico. Ma SINCERAMENTE cosa dicono i "grandi" che hanno creato questo casino?

Albert1

Gio, 14/06/2012 - 18:40

Spero, faccio scongiuri, dico qualche preghierina, un pò di magia nera e pure rituali di santeria ..... pur di vedere crollare l'Europa e la moneta unica. Non c'è unione fra i vari stati europei, non c'è mai stata, nè sulle politiche economiche nè su quelle estere ed assolutamente nulla sull'integrazione fra popoli così diversi. Spero crolli tutto con un tonfo che travolga tutti i soloni che hanno innescato questa catastrofe. Si torni alla lira e si svaluti fino a quando la Germania non riuscirà più ad esportare uno spillo. Allora si che godrò come un riccio. Grazie Germania per aver distrutto l'Europa per 3 volte in meno di un secolo!!

fulcrum9001

Gio, 14/06/2012 - 18:50

I miei soldi li ho portati (legalmente) da circa un'anno in Germania. A questo punto di chi governerà in Italia non me ne frega più niente. Destra, sinistra, centro, Grillo. Tutti incapaci. Meglio la Germania, Gente seria, più ci lavoro e più l'apprezzo. Se poi l'Italia tornasse alla lira vorrà dire che senza colpo ferire raddoppiato il mio capitale senza fare nulla.

Ritratto di scandalo

scandalo

Gio, 14/06/2012 - 19:02

Invece di fare molto gossip finanziario c'è qualcuno che riesce rispondere a queste domande ?? Nel caso che uscissimo dall'euro e questa moneta esistesse ancora il mutuo o il prestito che ho contratto con la banca lo devo restituire in euro on lire ?? io penso in euro !! ergo anche lo stato mi deve rimborsare i miei bot , btp e schifezze varie in euri !!

peropix

Gio, 14/06/2012 - 19:06

Cosa fare? 1) congelare il debito pubblico per 4 anni ad esclusione delle persone che hanno comperato i btp ecc e che dimostrano di averli acquistati dopo aver pagato le regolari tasse. 2) dimezzare gli interessi sospendendoli per due anni per cause di forza maggiore per il principio che è meglio fare così piuttosto che farli pagare per intero a chi non ce la fa a sopravvivere o è senza lavoro o in pensione. 3) Sospendere ogni tipo di debito che contenga al suo interno i derivati 4) Chiedere i danni derivati dai titoli tossici agli USA.

petra

Gio, 14/06/2012 - 19:08

Personalmente non sono in grado di valutare i pro e i contro. La Germania ci dice con insistenza che è meglio per noi se restiamo nell'euro e sarebbe una catastrofe se ne uscissimo. Sarà mica interessata?

analistadistrada1950

Gio, 14/06/2012 - 19:16

Gradirei non più sentir parlare di Euro ed Europa sino alla prossima era, post day after, guerra atomica, glaciazione. Insomma, questa situazione, sin dall'inzio, mette l'ansia che, già la Vita, di per sè non è semplice. Stiamo tenedolo in vita, questo poveretto, con le macchine e l'alimentazione artificiale; siccome non è un essere vivente e non ha lascitao testamento, non facciamolo più soffrire. Siccome a parlare di soldi veri, è già un paradosso, parlando di una moneta finta; facciamo un gioco delle palline..: per avere 1 Marco, dovevamo dare 2 palline; la Germania dunque, che già aveva stipendi diversi dai nostri, vinceva 2 ad 1. Se 1 Marco venne equiparato ad 1 Euro; è del tutto evidente che se prima 2 palline-Lira per 1 Marco; si è ottenuto 2 PallineLire per 1 pallina-euro. Il divertente è che gli stipendi sono fermi dal 1993, per questo, è stato un gioco bellissimo, ci abbiamo rimesso metà del capitale, ma adesso basta però, è proprio un gioco delle palle.

peropix

Gio, 14/06/2012 - 19:16

Cosa fare? Stampare l'euro lira, e darle un corso parallelo per poi sostituire pian piano l'euro. Trovare regole con cui pagare in eurolire solo il lavoro e le merci a fronte di fatture.

petra

Gio, 14/06/2012 - 19:17

#38 Ora come ora al sud gli stipendi anche nel privato sono piu' alti che nel nord Italia.

Ritratto di TARAPACA

TARAPACA

Gio, 14/06/2012 - 19:11

La caduta e la fine dell'Europa (meglio chiamarla grande Germania o 4° Reich, visto che siamo vassalli e schiavi di Berlino) e dell'euro è quello che tutti tranne banchieri ed euroburocrati si augurano. Corrisponderebbe alla fine della tirannia e della schiavitù per tanti popoli del nostro continente.

peropix

Gio, 14/06/2012 - 19:12

L'euro lira appena proposta da me col post precedente dovrebbe servire per pagare solo azioni della old economy.

Ritratto di falso96

falso96

Gio, 14/06/2012 - 19:19

Dobbiamo uscire dal MERCATO EUROPEO così potremmo rivalutare i nostri prodotti e non mangiare più cinese o il parmisan possiamo berci il nostro latte mangiarci la nostra frutta e finalmente ri_comprarli con la nostre lira

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Gio, 14/06/2012 - 19:23

Dentro con la dignità di uno stato federato.

flashpaul

Gio, 14/06/2012 - 19:37

Vedo dai sondaggi che per gli italiani sarebbe meglio uscire da''eurozona. Ma siamo sicuri che questo sentimento non sia stato pilotato dalle cosidette mani forti proprio per avere questo tipo di reazione perchè interessati a distruggere l'euro e ripristinare l'emogenia del dollaro o di altre valute? Che insomma questo sentimento sia stato pilotato? Dobbiamo tenere conto che l'uscita dall'Euro causerebbe un danno 10 volte superiore a quello che stiamo pagando per esserci rimasti. Che ci piaccia o no siamo in trappola e l'Euro ce lo dobbiamo tenere. Inoltre la causa non sta nell'Euro in quanto moneta, ma nelle autorità governative e bancarie che ci hanno condotto a questo stato. Qualsiasi cambiamento di tipo monetario non risolve niente, perchè è che ci governa che bisogna cambiare. Ma tornare alla Lira e scoprire di pagare 2000 lire per un caffè, 30.000 lire per una pizza con birra (anche se lo sapevamo già) darebbe origine a una catena di disastri economici.

sorciverdi

Gio, 14/06/2012 - 19:43

Fuori, Fuori, Fuori Subito E Basta Con L'ipocrisia Dell'euro, Finto Collante Di Un'europa Fasulla Che Non Incolla Un Bel Niente E Che, Anzi, Mette Ancora Di Piu' Gli Stati Uno Contro L'altro! Si Faccia Un'area Di Libero Scambio, Riprendiamoci La Nostra Vecchia Lira E Ricominciamo Ad Esportare Come Facevamo Un Tempo E Non Scordiamo Che Q U E L L A Era La Nostra Ricchezza E Non Questa Fetecchia Di Euro Che Ci Ha Imposto Qualcuno Senza Neppure Chiederci Il Nostro Parere! Vogliamo Adesso, Subito Un Referendum Sull'europa E Vedrete Quale Sara' La Risposta Del Popolo Italiano Che Ormai Ha Capito Che Lo Stanno Prendendo Per Il ****. F U O R I !!!

gi.lit

Gio, 14/06/2012 - 19:45

Poiché non è pensabile che si possa uscire dall'eurozona dall'oggi al domani non si potrebbe introdurre la doppia moneta per diversi anni in modo da rendere meno traumatico il ritorno definitivo alla lira?

analistadistrada1950

Gio, 14/06/2012 - 19:46

#52 RoseLyn : con poche parole, ha sintetizzato perfettamente il concetto; il fatto è che sarebbero dovuti partire quindici anni prima dell'adozione dell'Euro per partire allineati come ci fosse una safety car, a mio avviso, che vale quel che vale, ormai è tardi. Al massimo si potrebbe inventare un "arco temporale, assimilabile ad una zona franca" ed in parallelo fare le cose che non fecero illo tempore. Personalmente, in questo momento, soppesando i due rischi, il maggiore è rimanere nell'euro siccome uno ad uno si cadrà e quando, secondo il principo dei vasi comunicanti, avremo avuto ognuno l'aiuto, sarà solo un tampone, ma non avremo risolto. Manca l'unione politica, fiscale, economica, cosa che non possono pensare di risolvere in due, tre giorni, a fine giugno, sarbbe nuovamente un'inutile stesura d'intenti, ovvero: carta straccia. manca addirittura la Costituzione Europea, che è la Madre di ogni disposizione Legislativa, norma, regolamento, codice, insomma, mancano le radici.

CALISESI MAURO

Gio, 14/06/2012 - 20:03

Flashpaul, penso che sia tutto un gioco fra la famiglia Rocky e Roksi, rimani sei fregato esci ti portiamo via tutto, come detto in un commento precedente non pubblicato servirebbe qualcosa di estremamente tosto da gestire la confusione che ne verrebbe. ma non vedo nessuno intoro nemmeno un popolo coeso

ciro4113

Gio, 14/06/2012 - 20:03

Ecco cosi bravi tutti d'accordo usciamo dall'euro,visto che siamo abituati a prendere fregature,ne abbiamo presa una quando siamo entrati nell'euro e ne prenderemo un'altra più grossa se usciremo,e chi spera che la nuova moneta avrà lo stesso valore di quella attuale è come credere alla befana e babbo Natale,sia stipendi che pensioni la svalutazione minima sarà del 30%, il perché ognuno se lo può far spiegare dall'amico ragioniere.Quindi il problema non è l'euro ma chi se magna la ricchezza che pantalone produce,tra politici portaborse ruffiani,lavoratori(?) assunti per clientelismo,sindacati protettori di lavoratori,BANCHIERI,pensionati fasulli e superpensionati,migliaia di auto blu,gente che prende lo stipendio ma non sa dove sta il suo posto di lavoro.....basta cosiii??!!!Quindi riforme o resuscitiamo Robespier .

papeppe

Gio, 14/06/2012 - 20:03

Che fine hanno fatto i post spediti tra le 17,41 e le 18,50 ?

analistadistrada1950

Gio, 14/06/2012 - 20:04

Non ho mai accettato l'adesione all'Euro e, con ciò che ho appena ascoltato su La 7, da Mentana (h.20), ho la conferma che siamo guidati come dei pesci nelle reti. Mentana ha appena detto che siccome è circolata in Europa la voce che in Gracia, vincerà le elezioni il Partito filoEuro, per far schizzare in alto i mercati. Vogliamo aprire gli occhi e capire che ci portano a spasso. Ora pigliano per i fondelli, voglio vedere il poste elezioni Greche, comunque vada, ricrollerà tutto e sarà nuovamente un abbattimento di rating ed una conseguente richiesta di denaro dalla BCE; così continuiamo a venderci ma non solo, la vednita di Titoli di Sato al tasso di oggi, signfica che alla scadenza, il Governo "fortunato", vincerà una bella botta di interessi da pagare. Bella questa strategia, compro denaro oggi per fare bella figura, tanto pagherà poi un altro...

Ritratto di falso96

falso96

Gio, 14/06/2012 - 20:05

Ma se ci siamo fatti gerra per centinaia di anni?????????

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 14/06/2012 - 20:16

Fuori dall'euro, ma prima sequestro di tutti i capitali di tutti gli imprenditori. Capitali riversati interamente nel sociale per stipendi, pensioni, sanità e strutture controllate dallo stato. Se usciamo fuori dall'euro chi pagherà gli stipendi agli statali. E se gli statali non avranno stipendi, gli imprenditori a chi venderanno le loro merci? O credete davvero che svalutando la lira i capitalisti pagheranno i dipendenti con poche misere centinaia di lire per vendere a costo concorrenziale i prodotti all'estero? Ma siamo un pò piu' seri per favore.

minimo

Gio, 14/06/2012 - 20:14

Quando si parla di finanza e scienza delle finanze è bene fare chiarezza.Vogliamo l'uscita dall'euro perché l'organizzazione politico-industriale e la politica finanziaria in europa non esiste. Ogni stato fa a se, le politiche di bilancio sono autonome e quando gli stati sono in disavanzo non hanno alcuna difesa.Non possono intervenire per "pareggiare il disavanzo con moneta fresca e non possono farsi finanziare l'eventuale debito. Se non si decidono di fare una politica unitaria rispetto all'andamento di bilancio dei singoli stati, ma non obbligarli a una politica di rigore, perché gli stati devono avere la possibilità di fare una politica degli investimenti pubblici senza essere impedita da regolette comunitarie. Ormai si va verso un fallimento totale.I popoli europei non hanno ancora capito che l'unione ci rende eguali, in tutto, anche nella politica. Ma è un sogno:al risveglio ci saranno degli "sfaceli".Abbandoniamola questa "europetta":nana,nonna e "decrepita già da giovane.

ntn59

Gio, 14/06/2012 - 20:16

E' un sondaggio da ridere. Gli Italiani non sono buffoni, al contrario di chi sta in Parlamento. Si sono fatti votare grazie ad un programma che poi hanno cestinato. E voi ve ne uscite con queste buffonate.

muscoliecervello

Gio, 14/06/2012 - 20:19

il problema non e' l'europa o l'euro ma questa europa e questo euro! un sentito ringraziamento volaallora al duo dei segni, prodi-ciampi: che vi possa prendere un colpo!

WMD06

Gio, 14/06/2012 - 20:27

da Randall Wray Università del Missouri:"..il denaro è solo impulsi elettronici o carta straccia, inventati dal Tesoro e dalle Banche Centrali, quindi possiamo dire che il governo a moneta sovrana può inventarsi tutti gli impulsi che vuole,con essi può pagare tutti gli stipendi che vuole,comprare tutto ciò che vuole. Possiamo avere la piena occupazione,la piena assistenza per tutti, ecc..Il governo può permettersi queste spese perché non esaurirà mai gli impulsi elettronici o la carta quindi non farà mai bancarotta; preme un pulsante e gli stipendi appaiono sui computers delle banche.L'unico limite è l'inflazione, ma se il governo spende per aumentare la pèroduttività nel settore privato il problema è superato!"

macchiapam

Gio, 14/06/2012 - 20:20

Dentro, perdio! Non vi rendete conto che il sistema Euro è un ombrello di protezione per tutti? Volete finire come il Regno Unito, che ha visto la sterlina svalutarsi fino quasi ad equipararsi all'Euro? Volete tornate agli anni antecedenti il '90, quando ogni tanto si svalutava la lira per aiutare gli esportatori mentre i poveri cristi a reddito fisso ne pagavano il prezzo? Per carità, si facciano tutti i sacrifici necessari, ma restiamo attaccati all'Euro! Ha ragione Flashpaul.

analistadistrada1950

Gio, 14/06/2012 - 20:28

I mercati, ci portano a spasso; è stato sufficiente che si spargesse la voce che in Grecia vincerà il Partito filo Euro, che i nercati schizzassero in alto. La virtualità dei mercati e la conseguente volatilità, totalmente sconnessa dalle realtà dell'economia reale e dell'impreditoria, è a dir poco vergognosa siccome loro pensano di portarci a spasso e, purtoppo, hanno ragione. Di fessi che tracannano anche veleno, il mondo è pieno. In compesno, la vendita di Titoli di Sato ai tassi di oggi, sono un gran bekl regalo per il Governo che dovrà pagarne gli interessi ma, l'ottimo, venerato e prenmiato Monti, si mette a psoto i conti a scapito del cretino che dovrà, fra qualche tempo, pagare. Come pagherà: tassando, alla Monti, naturalmente. Hanno frantumato ciò che è contenuto in quel sacchetto che noi maschietti ci portiamo a spasso dalla nascita alla morte.

giolio

Gio, 14/06/2012 - 20:27

Fuori Fuori Fuori Per Favore Con Tutto Il Rispetto Possibile Per Le Nazioni Che Vogliono Restarci (dopo I Referendum Nazionali) Come Mi Divertirei Per I Risultati

masquenada

Gio, 14/06/2012 - 20:44

Basta Euro? Se dovesse succedere, allora si che piangeremo lacrime di sangue!!! Ma che pensate che il cambio venga stabilito come fatto quando si è passati dalla lira all'euro? Ma non pensateci nemmeno e se sarà 1 a 1 dire grazie!!!! Vorrebbe dire che 1 euro = a 1000 lire!!!!!! Mi pare una pazzia.

megliosolo

Gio, 14/06/2012 - 20:44

Dentro.Ma incominciate a fare gli uomini e non i mariuoli

Rico74

Gio, 14/06/2012 - 20:45

#55 gi.lit Allora tanto vale adottare la lira turca.Pressapoco il valore dovrebbe essere quello. #54 sorciverdi Ma che vuole esportare? Eravamo leader nella meccanica abbiamo svenduto tutto.Eravamo leader nel petrolchimico ed anche li abbiamo dato via tutti i brevetti.Eravamo bravi nei prodotti a basso costo e nel tessile, maanche qui la Cina ci ha surclassati. Cosa vogliamo esportare? Se ci tolgono i prodotti di nicchia per moda e gastronomia, l´unica cosa che possiamo esportare e´solo la disoccupazione.Quella sua e dei sognatori come Lei che chiedono con forza un ritorno alla lira e´pura demagogia.Senza contare che per far funzionare le industrie ci vogliono le materie prime e quelle come le compra, a credito? #53 flashpaul E la stessa cosa che penso io e che anche le agenzie di rating siano pilotate non vi e´dubbio. DA CHE MONDO E´ MONDO L´UNIONE A FA LA FORZA,LA DISGRAZIONE INVECE PORTA SEMPRE ALLA SCONFITTA. L´Italia da sola non ha nessuna speranza.

cusrer

Gio, 14/06/2012 - 20:54

Fuori da questa "NON EUROPA". Di questo passo le nostre attività verranno distrutte dalla migliore organizzazione di Francia e Germania. E non dovremmo neanche avere paura. Le altre economie non canteranno vittoria perchè siamo tutte quante collegate. Ma per favore "UN POCO DI ORGOGLIO". ABBIAMO I NOSTRI PUNTI FORTI MA I NOSTRI PIù VALIDI RAPPRESENTANTI NON SONO CAPACI DI FARLI VALERE. Dal canto nostro dobbiamo prendere atto che molte delle nostre abitudini dovranno per forza cambiare. Vergogna ai nostri politici di lungo corso che hanno speso a piene mani. Nessuno di loro ha mai parlato seriamente di riduzione della SPESA PUBBLICA. Che mi ricordi solo uno si scagliava, INASCOLTATO, contro il disavanzo pubblico: GIORGIO LA MALFA.

opzionemib0

Gio, 14/06/2012 - 20:55

l'euro e' servito solo a metterlo nel c...o a chi lavora e produce seriamente.

roberto zanella

Gio, 14/06/2012 - 21:14

Uscire non risolve.Va risolto il problema con la Germania, Gli va posto l'aut aut,la BCE deve poter stampare euro come fa la FED con il dollaro.Ma la Germania ha un problema di statuto della DeutchBank che non accetta inflazione per statuto perchè hanno paura di una nuova,loro,ripetizione delle repubblica di Weimar.Per cui l'Europa deve decidere di far stampare moneta alla BCE,allora la Germania deciderà se stare o uscire dall'euro,ma siccome vogliamo stare tutti insieme appassionatamente, ecco che la Germania conduce le danze e noi balliamo come dei fessi.

pedro10

Gio, 14/06/2012 - 21:12

Una Soluzione. Dichiarare guerra alla Svizzera, sperando di perderla.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Gio, 14/06/2012 - 21:29

Ritornare alla LIRA mi sembra un pochino tardi. Ormai siamo stati tutti "INCHIAPPETTATI" da questo maledetto EURO. Comunque è meglio tardi che MAI,altrimenti la ROVINA COMPLETA dell' ITALIA sarebbe davanti la porta. Pertanto trai due GRANDI MALI non sarebbe sbagliato scegliere il minore e cioè TORNARE ALLA LIRA. Il popolo italiano non ha paura di nessuno e col suo lavoro e con la sua intelligenza saprà cavalcare e superare anche grandi ostacoli. Questo comunque sarebbe possibile solt5anto se si mandassero a casa CON SEVERO RENDICONTO, tutti i POLITICI PASSATI e PRESENTI togiendo loro TUTTI i BENEFICI. Pensioni pressapoco UGUALI PER TUTTI i lavoratori fossero loro anche della CASTA.NUOVI PARTITI POLITICI. TRE PARTITI POLITICI di giovani leve, già sarebbero troppi. Niente ballottaggi.

ninito

Gio, 14/06/2012 - 21:42

Su andiamo fuori dall'euro, e tassiamo i prodotti cinesi e prodotti che utilizzano la schiavitù e l'infanzia nel lavoro. Produciamo tutto il latte che vogliamo, tutti gli alimenti che vogliamo, senza chiedere permesso a nesuna Bruxelles, abbiamo eccelente qualità. Dobbiamo soltanto diventare efficenti e che tutti paghino le tasse.

Ritratto di Tora

Tora

Gio, 14/06/2012 - 21:44

Fuori dall'euro significa fuori dall'Europa fittizia dei finanzieri e delle banche, fuori dalle politiche farneticanti para-comuniste del siamo tutti uguali, fuori dai processi sommari fatti dagli euroburocrati contro chi dissente...reimpariamo a camminare da soli, sfruttiamo le nostre peculiarità e finiamola di avere complessi d'inferiorità spaventandoci delle critiche insulse piovute da Bruxelles. Cosa ne sanno della nostra storia, della nostra cultura, di uno Stato che si compone di tanti piccoli stati, regioni, ognuno con un'altrettanto importante cultura e mille sfumature impercettibili ai freddi ragionieri europeisti.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 14/06/2012 - 21:59

Se dico di venire fuori dalla Moneta Unica forse farei un torto a me stesso che ho mutuo ipotecario ma se penso che importiamo merci che costano all'estero cinque euro mentre noi le produciamo a quindici euro, direi fuori tutti e via con i Dazi. I nostri Prodotti saranno senz'altro migliori di quelli dei "cinesi" ed inoltre le nostre operaie lavorerebbero e farebbero più figli; almeno questa è la speranza. A questo punto tutti a casa propria; sono egoista e lo riconosco ma quando ci vuole bisogna pensare ai propri fratelli e non agli stranieri!

Andrea 68

Gio, 14/06/2012 - 22:08

Un po' come dire: Balotelli o Di Natale? pizza o focaccia al formaggio? Veline o letterine? Peccato che qui non si tratti di gusti personali ma di scelte che incidono duramente sulla vita degli italiani e che andrebbero spiegate ed argomentate Ma dal giornale del re del burlesque che cosa mi posso aspettare?

Ritratto di antoni55

antoni55

Gio, 14/06/2012 - 22:17

Buona sera a voi.La cosa migliore sarebbe senza ombra di dubbio la doppia moneta Lira ed euro per almeno 10 anni solo in questo modo si potrà valutare la convenienza di restare nell'euro o uscirne definitivamente,naturalmente il valore di cambio dovrà essere quello pagato al momento dell'introduzione dell'euro,quindi per quanto riguarda L'Italia £.1936.27 x euro.

claudiocodecasa

Gio, 14/06/2012 - 22:17

l'ue ho sempre penssato che fosse una buffonata e con l'euro i vantaggi li hanno avuti solo i grandi manovratori, la popolazione loha preso nel c.....................o ognuno deve fare per conto suo, noi siamo quello che siamo, lo schifo è grande rispetto ad altri paesi europeri,io ho viaggiato e visto di persona, i discorsi in televisione dei soggetti prezzolati non contano nulla....................fuori dall'euro ed ognjuno pensi a se, basta con questa manfrina degli aiuti, gli aiuti rendono schiavi di qualcuno

claudiocodecasa

Gio, 14/06/2012 - 22:25

ogni stato deve pensare a se.......i girotondi della sinistra sono ******ate

claudiocodecasa

Gio, 14/06/2012 - 22:28

questi schifosi se facessero un referendum per l'euro, verrebbe abolita, loro che vivono con i nostri soldi vogliono comandare, ma sono dei pezzenti, non conoscono la vita, hanno il portafogli pieno facendo i parassiti

cic

Gio, 14/06/2012 - 22:28

Non si fanno le unioni monetarie a metà; voglio uscire se Germania Francia etc non vogliono l'unione politica (e non la vogliono, come noi non la vorremmo con il congo), altrimenti voglio stare dentro.

Cosean

Gio, 14/06/2012 - 22:33

Come dire; Meglio tra i primi in serie B che tra gli ultimi in serie A. Ma veramente siamo così stupidi?

antiquark

Gio, 14/06/2012 - 22:33

Uscire dall'Euro porta: Inflazione sulla Lira... l'abbiamo con l'euro, Disastri con l'importazione... le ns. fabbriche sono ferme Cresce l'export.... miglioriamo Catastrofi finanziarie... le abbiamo già A dottò... ( Monti ) accattiamoci dei dollaroni, poi prendiamoci la lira, la svalutiamo al massimo, e con pochi dollari ci togliamo il debito pubblico. Poi te ne vai tu e tutti i tuoi compagni di merende e vedrai che l'Italia col lavoro e l'ingegno torna ad essere grande

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 14/06/2012 - 22:59

Ricominciamo da domani a ribattere moneta, da mettere in circolazione insieme all'Euro e vediamo chi l'avrà vinta!

guidode.zolt

Gio, 14/06/2012 - 23:08

..e come faremo senza i burosauri brusselliani che ci misurano la freccia delle banane, dei cetrioli ed il diametro dei pomodori...?

ferna

Gio, 14/06/2012 - 23:15

bene siamo stati fregati all'andata (potere di acquisto dimezzato etc ) mentre al ritorno non solo nuovamente fregati ma saremo sotterrati e tutti alla mensa dei poveri... immaginate valore case e mutui trasformati in lire con tassi a 2 cifre, inflazione a 2 cifre galoppante, svalutazioni, debito sovrano, allora si che il 50 pct degli italiani dovrà veramente fare la fila alla Caritas....l'unica soddisfazione e guardare per le strade il popolo che rincorre e va a caccia del politico/amministratore/dirigente inetto che ha malgovernato lo Stato e PA , dagli anni ottanta.....

luciano_doati

Ven, 15/06/2012 - 00:21

Per quel poco che capisco io mi viene da dire .. Fuori dall'Europa ma teniamoci il ns caro €, diversamente se Europa unita dev'essere che così sia .. Una sola nazione, tipo Stati Uniti, e fine di tanti governi e governanti che ci costano un patrimonio. Un solo presidente e tanti parlamentari quanti ce ne sono adesso in Italia che lavorano per una sola patria e una sola pancia da sfamare. Augh, ho detto !!! :-)

graffias

Ven, 15/06/2012 - 00:22

In questi ultimi tempi si ha la strana sensazione che il bravi ! bravi ! che alcuni enti finanaziari europei ci propinano sia del tipo : gli italiani sono bravi ....si stanno castrando da soli a meraviglia!!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 15/06/2012 - 01:09

Solo per il fatto che l'ha voluto Prodi, ritengo che l'euro sia da condannare. Non mi intendo di economia e finanza ma so solo una cosa: le innumerevoli malefatte di Prodi le conosco molto bene perciò penso che sia meglio tornare alla lira.

tizziocaio

Ven, 15/06/2012 - 05:32

andremo tutti a picco, e' inevitabile, la strada ormai e' questa , l'ottimismo e la becera politica ci sotterrano, troppe idee stupide e prive di senso logico sono la nostra tomba. la germania a ragione a non voler fornire aiuti, siamo in recessione e continuiamo a prediligere le spese politiche, spese inutili, sperperiamo almeno due miliardi al giorno, manteniamo inetti e regaliamo soldi a mezzo mondo che ci sfrutta, e continuiamo a chiudere le fabbriche che sono l'unica fonte che produce ricchezza. i furbi sono diventati il 90 per cento e i fessi che ormai non riescono a reggere. addiooooo italiaaaaaa continua a perdere soldi e tempo in becere leggi inutili e demagogiche. l'importante che nelle scuole, per meglio essere italiani, si canti l'inno di mameli..., meglio stalin....!!!

analistadistrada1950

Ven, 15/06/2012 - 06:36

Sono al corrente d'aver un carattere un ochino troppo determinato ma, per questo, nella mia vita lavorativa, con deteminazione espirito di servizo, ho fatto trarre vantaggio alla P.A. dalla quale dipendevo, con plauso da chi collaborava con me e dal Capo massimo, rimettendoci la mia Famiglia. Pur comprendendo i sorrisi di circostanza, che non sono diversi dagli eccessi goliardici..., quattro parole dense di buone intenzioni, ritengono di soddisfare la sete di serenità economica -normale- e della Vita più in generale. Stanno discutendo di azioni che dovevano partire decenni prima dell'adesione dell'Euro, oggi, sempre con sipendi e pensioni immobili, pressine fiscale alle stelle, costo del lavoro elevato, a scapito dei lavoratori che vengono licenziati pensano, in tre giorni (fine giugno), di stilare un accordo che, anche questa volta, è un'ulteriore truffa per l'impossibilità di realizzazione. Manca la liquidità e non è l'Euro a salvarci o quattro righe di accordi, sarà sempre peggio

analistadistrada1950

Ven, 15/06/2012 - 06:45

Quel prestigioso Premio Internazionale, ricevuto da Monti, quale merito gli riconoscerebbe? Il massacramento delle pensioni? Gli esodati? Le aziende che hanno chiuso? Dei suicidi vorrei non parlarne ma, per la verità, se questo qua.., ci avesse almeno dato uno straccio di meta da raggiungere, che corrisponde alla speranza, ovvero all'ottimismo, al non vedere nero, forse, qualcuno avrebbe differito il momento di spegnere per sempre la sua Vita ma, in assenza di prospettive, quando non ce la fai più, ti spegni da solo. Il premio, probabilemente, gli è stato attribuito come segno di riconoscimento del saper distruggere, in funzione del capitale, degli amici degli amici. In Giappone, questi, li chiamano ruffiani.

PIERO TOMASSONI

Ven, 15/06/2012 - 07:05

Continuiamo a prendercela con la Germania e con la Merkel, perche' non vuole gli eurobond, ma i bei 1948 MILIARDI di debito , non li ha fatti la Merkel o il governo tedesco,li hanno fatti i vari governi italioti. La Grecia e le sue spese folli, i pensionati a valanga i benefit e mutui e prestiti a tutti, non li hanno decisi la Germania.E lo stesso discorso vale per la Spagna,Irlanda e Portogallo. Vogliamo dimostrare di essere all'altezza della Germania, di aver intrapreso la strada del risanamento?? OK mettiamo a costituzione che il nostro debito pubblico deve scendere del 10% tutti gli anni a venire. Vogliamo incominciare?? Al Quirinale 4000 ufficiali in congedo,gli altri tutti a casa. A palazzo Chigi, altri 4500 carabinieri in pensione, gli altri tutti a casa.... Regioni n. 3 ,Province Kaputt, Comuni sotto i 5 mila abitanti accorpati....piccoli ospedali accorpati...stipendi pubblici equiparati a quelli dei privati , magistrati,forze armate ecc,equiparate a livello europeo,ecc..ecc.

duxducis

Ven, 15/06/2012 - 07:08

Per tutto questo Eurodisastro ringraziamo in coro: Prodi, Amato, Bonino, Ciampi e ovviamente Monti. Ricordiamoceli bene, perche' votare gente del genere nel breve vuol dire avere qualche carezza, ma sul lungo periodo sono bastonate. Berlusconi in tutti questi anni ha fatto da parafulmine e ci teneva distratti, ma ora che non e' piu' in prima linea, si vede benissimo che gentaglia riempie e ha riempito le nostre istituzioni. NON VOTATELI PIU', NEPPURE INDIRETTAMENTE.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/06/2012 - 07:17

anche se cio lascia prevedere grandi sacrifici, via e lontani dalla germania: fuori, assolutamente fuori: meglio un futuro libero che mun euro dipendente da berlino, quindi assolutamente via da una europa tedesca; monti, che obbedisce solo alla Merkel, se ne stia con lei e con i premi solo tedeschi: si porti in germania anche la Bocconi o, meglio si faccia dare una cattedra in germania

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/06/2012 - 07:25

Berlino, e per noi Monti, ci tratterà esattamente come ha trattato la Grecia e Monti sarà soddisfatto solo quando i suicidati saranno piu di diecimila per un rapporto normale tra la pololazione greca e quella italiana: quindi basta con un tecnico che non è nemmeno riuscito a scalfire i punti salienti delle anomalie italiane: i costi esorbitanti , le sperequazioni, i dissesti dovuti alle mintemperanze della politica: alle evasioni causate dalla politica, ai costi causati dalle caste e dagli albo professionali: pensateci bene, soòo questi ultimi ci costano 80 miliardi all' anno : eppure lui , il professore, si è accanito contro di noi con l' imu che fra l' altro non ha toccato nemmeno le banche: giù ma lui è per le banche! e non se ne vergogna: per questo motivo ha accettato di sborsare 50 miliardi per ke banche spagnole, ma per l' italia zero: via via questo essere oramai insulso , via via! vada pure in germania e ci rimanga

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/06/2012 - 07:30

euro no, ma se si, sia la germania ad andarsene col suo marco e le sue bugie: in pochi anni conosceremo la verità e finalmente per questa grande sorella non nostra, sarà un altra guerra perduta: che i muri tedeschi riportino la scritta non deve interessarci, ma che questa scritta sia imposta su tutti i muri delle case europee, questo ci importa eccome: soprattutto se si tratta di case italiane: Monti questo non lo ha capito pertanto , sndandosene, porti tutte le sue cose in germania e se ne stia la per il reesto dei suoi giorni:se vorra ritornare in italia, lo faccia pure ma prima si rfavveda

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/06/2012 - 07:24

euro - marco no! quindi via

gi.lit

Ven, 15/06/2012 - 07:52

85Rico74. Premesso che si dovrebbe uscire non soltanto dall'eurozona ma anche dalla Ue, mi permetto ribadire che l'esperimento di affiancare la lira all'euro se desse risultati positivi potrebbe consentire di abbandonare la moneta unica senza traumi economici. Lei insiste sulla debolezza della lira mai io Le ricordo che con una lira debolissima, dopo soltanto una decina d'anni dalla fine di una guerra disastrosa, risalimmo la china e il nostro Paese divenne una potenza economica di tutto rispetto. E dunque proviamo ad uscire da questo pantano dove ci hanno portato politici inetti ed incapaci. Peraltro sulle conseguenze derivanti da una eventuale uscita dall'eurozona si fanno soltanto illazioni mentre è comprovatissimo il fatto che la moneta unica ha dimezzato il nostro tenore di vita. Saluti.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/06/2012 - 08:02

via noi dalla zona EDuro, via Monti dall' italia: lui sta bene di la, con la Germania: ma che ci stia con tutto il suo governo e soprattutto che non ritorni

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/06/2012 - 08:06

Leggi ad personam?? ma questo monti fino ad ora che leggi ha fatto??' fa pena lui e fa pena la fornero: è vero, fanno pena anche quelli che gridano ed urlano a roma, per le leggi promosse da questo governo: ma questi rivoltosi signori, sono ancor piu stupidi di quelli che hanno promosso le leggi: anche se l' italia tornasse alla lira, di queste leggi ne avremo bisogno, magari fatte decisamente meglio ma ne avremo bisogno: fatte meglio siugnifica liberalizzare totalmente il settore del lavoro cosa giusta per tutti

soldellavvenire

Ven, 15/06/2012 - 08:12

cari bambocci, fare demagogia sull'euro è la cosa più stupida che si può fare: l'antieuropeismo è un autogol clamoroso che equivale a considerarsi un paese africano. forse qualcuno qui (acc... sono in molti!) non ha capito che se vogliamo fare gli americani, bere uischiensoda, vivere alla moda, ecc. dobbiamo giocare con le regole americane: invece di vedere quale opportunità vi ERA stata concessa con l'euro, cioè di avere una moneta VERAMENTE in grado di renderci indipendenti dal dio dollaro, voi chiagniefotti vi siete riempiti la panza correggendo i prezzi "a discrezione", proprio quando occorreva controllarli, poi avete preso a spendazzare in pura demagogia ( via l'ici, grandi opere assolutamente inutili, e via così), tentando a tutti i costi di ridurre il VALORE del lavoro e non il costo, solo per rancore politico verso chi invece lo aveva elevato "troppo in alto": cosa che vi è riuscita benissimo.

claudiocodecasa

Ven, 15/06/2012 - 08:16

fuori dall'euro, c'è chi vuole spaventare per propi interessi, ma tutti noi ci abbiamo rimesso per come mortadella ha condotto l'operaziione: ognuno faccia la propia vita, l'italia è andat avanti 60 anni con la lira e c'era più benessere nel ceto medio, l'euro ha avvantaggiato chi i soldi li aveva già e ne ha fatti di più

silvio bruno

Ven, 15/06/2012 - 08:17

penso che a nessuno converrà ritornare alla propria moneta, però il conteggio tenuto dalle banche viene fatto in euro e in lire con la conversione 1€=1936,27lire, quindi il valore della moneta non cambia e non vedo il disastro, vorrei qualche ulteriore informazione.

lando633

Ven, 15/06/2012 - 08:27

affianchiamo la vecchia e cara lira all'euro e gradatamente usciamo da questo incubo.A proposito ma quanto costa tutta questa macchina fallimentare nazionale ed europeista a tutti noi?? ,ve lo ricordate il mortadella quello che ha fatto disastri tra iri e consulenze di stato sulla monta degli asini in Somalia???Sono questi i personaggi da cui siamo circondati a livello nazionale ed europeo...PENSO SIA ORA DI LIBERARCI DA TUTTO CIO'ALTRIMENTI QUESTA VOLTA LA FINE

marcomasiero

Ven, 15/06/2012 - 08:40

decisamente FUORI da questo europasticcio in cui ci ha infilato Prodi e tutta la melma umana dell' intellighenzia bancaria. padroni a casa nostra poveri forse ma liberi sicuramente di potere gestire le nostre cose come ci pare e piace ! basta euroburocrazia capace solo di raddrizzare banane, basta europarlamento imbelle incapace di fare voce unica nel mondo, per avere quello che abbiamo non serve pagare a vagonate di milioni di euro gentaglia che si diletta tra Bruxelles e Strasburgo dimostrando di essere distante anni luce dall' Europa che lavora e dai propri Paesi che subiscono logiche e diktat di gente che nell' eurocommissione NON è stata votata da nessuno !!! svegliamoci e mandiamoli a casa una volta per tutte ! politici europei e italiani !

Aurelio Tinaglia

Ven, 15/06/2012 - 08:36

A queste condizioni è meglio uscure dall'Euro! Quando riusciremo ad avere sia una vera unione politica dell'Europa, una vera unione monetaria, prezzi al consumo uguali in tutta Europa (vedasi la forte differenza tra nazione e nazione) e una unione fiscale allora potremo dire di aver fatto l'Unione Europea. Fino a quando il trattato dell'Unione Europea comincia con "Sua Maestà il Re dei .........." (siamo tornati al Medio Evo?) non vedo che Europa Unita possa esistere.

claudiocodecasa

Ven, 15/06/2012 - 08:32

si torna alla lira, togliendo le province e tutti gli altri enti parassitari che non producono nulla, in 5 anni si viaggia alla grande

voce.nel.deserto

Ven, 15/06/2012 - 09:18

Agitarsi troppo farebbe il gioco del nemico speculatore.Hollande e Monti si sono incontrati.Cammineranno affiancati cercando di coinvolgere la Merkel.Questa è più lenta e vuole il controlo della situazione prima di prendere troppi rischi.Anzi per adesso ci sta guadagnando.Per la posizione tedesca leggetevi l'intervista di Marika De Feo sul Corriere della Sera fatta a Jens Widemann (Bundesbank),consigliere economico della Merkel. Vediamo gli esiti della riunione dei paesi Eurozona del 28-29 di questo mese per dare un giudizio a ragion vedutasul futuro dell'euro,se non alzeranno cortine fumogene per non far capire niente alle opininioni pubbliche. Ma vedrete che qualcosa capiremo.

onurb

Ven, 15/06/2012 - 10:33

120 soldellavvenire. Non ho mai letto tante corbellerie tutte insieme.

Ritratto di fbartolom

fbartolom

Ven, 15/06/2012 - 11:08

Infatti sarebbe paradossale se avessimo subito un raddoppiamento dei prezzi per entrare nell'Euro ed un nuovo raddoppiamento per uscirne.