Veneto Banca, i sindacati temono il diktat alla rete


I sindacati pretendono garanzie dal nuovo vertice di Veneto Banca che l'atteso aumento di capitale non sia accompagnato da pressioni sulle 560 filiali per «piazzare» le azioni alla clientela. Il problema sarà discusso venerdì, quando le rappresentanze interne di Fabi e Fiba incontreranno il direttore del personale Antonio Bortolan per rifinire il «protocollo» sul clima aziendale e quindi scongiurare pressioni commerciali. Quindi seguirà il tavolo separato con Uilca e Fisac. L'istituto trevigiano dovrebbe ricapitalizzare per 500 milioni che, a meno di nuovi arrivi nel corpo sociale, sarebbero da spalmare su circa 70mila soci.