Volare fa omaggio alla Lega Nord e chiama «Gallarate» un suo aereo

Demetrio sostituito da Magni alla direzione generale. La compagnia verso la cessione: c’è anche la pista Eurnekian

da Milano

È durata poco la presenza di Giulio Demetrio, ex Alitalia, alla direzione generale di Volare, la compagnia attualmente in amministrazione straordinaria. Il contratto semestrale, che scade domani, non è stato rinnovato e da alcune settimane si sono rarefatte le sue presenze in sede. Al suo posto è stato già nominato Franco Magni, da tempo in azienda, che mantiene i ruoli di accountable manager (il responsabile verso le autorità aeronautiche) e di quality manager. Sono all’origine dell’uscita di scena di Demetrio alcune divergenze di visione con il commissario Carlo Rinaldini: quest’ultimo nella sua prossima relazione al ministro dell’Industria indicherà per il futuro della compagnia la strada della cessione. Colloqui preliminari esistono con alcuni operatori, e tra gli altri si fanno i nomi di AirOne e dell’iberica Air Europa. Ma c’è anche chi ipotizza l’intervento di imprenditori graditi alla Lega, il partito che più ha sponsorizzato il salvataggio di Volare nell’intento di farne la «compagnia del Nord», fortemente radicata a Malpensa. Al legame con la Lega s’ispira anche il fatto che è già in programma l’intitolazione di un aereo alla Città di Gallarate, «gesto di attenzione verso il territorio» spiegano fonti della compagnia. Tra i nomi di possibili investitori, negli ambienti aeronautici viene indicato anche quello di Eduardo Eurnekian, l’imprenditore argentino già rimasto «scottato» da Volare - di cui è stato l’ultimo azionista di maggioranza - che ora potrebbe essere coinvolto proprio da un disegno leghista, magari legato alle sorti di Alitalia; va ricordato che in Italia il difensore di Eurnekian (rimasto coinvolto nella bufera giudiziaria di Volare) è Giuseppe Bonomi, esponente di spicco del partito di Bossi ed ex presidente dell’Alitalia.
Volare nel frattempo ha riavviato tutti i suoi slot nazionali da Linate (collegamenti quotidiani con Bari, Brindisi, Catania, Palermo, Lamezia terme, Napoli e Catanzaro) e dal 12 settembre riprenderà anche il Linate-Parigi Orly. La flotta è di quattro A320, mentre il Boeing 767 della collegata Air Europe è sempre operativo nell’attività charter di lungo raggio.