Vw fa la pace con i concessionari Usa

Volkswagen trova l'intesa di principio sui risarcimenti dopo il «Dieselgate»

Volkswagen ha raggiunto un «accordo di principio» con i suoi concessionari americani, che verranno risarciti per i danni subiti sulla scia dello scandalo emissioni che ha travolto il produttore tedesco di auto lo scorso settembre.

Volkswagen sborserà denaro contante e concederà altri benefici «per risolvere reclami passati, presenti e futuri», lo si legge in una nota di Volkswagen Group of America. I dettagli dell'accordo proposto saranno presumibilmente definiti a settembre. L'intesa sarà comunque effettiva solo dopo il via libera del tribunale del Northern District of California.

Hinrich J. Woebcken, amministratore delegato di Volkswagen per il Nord America, ha spiegato che «l'accordo di principio con i concessionari è un passo molto importante del nostro impegno per fare la cosa giusta per tutti i nostri stakeholder negli Usa», per poi proseguire: «L'accordo rafforzerà le fondamenta per il nostro futuro insieme e enfatizzerà ulteriormente il nostro impegno sia verso i partner sia nel mercato Usa».

Sul fronte dei concessionari, il legale Steve Berman ha commentato: «I nostri clienti riconoscono che la soluzione migliore non è solo quella che permette loro di recuperare le perdite subite e di continuare a dare lavoro a migliaia di americani, ma anche quella che traccia un percorso certo di ripresa del marchio Volkswagen nel Paese». Ora che quella strada è stata indicata, ha aggiunto, i concessionari «possono continuare a prendersi cura dei loro clienti, che sono anche i clienti di Volkswagen».

Commenti

cgf

Sab, 27/08/2016 - 03:26

solo Audi e, ovviamente, Porche, nel gruppo VW potranno andare avanti in modo significativo, la Volkswagen per il Nord America ha perso la partita, non venderà mai più come prima.