Zanonato: "Taglio da 500 milioni di euro sulle bollette elettriche"

Il ministro Zanonato anticipa le misure del Consiglio dei ministri

L'obiettivo è riuscire a tagliare le bollette elettriche di cittadini e imprese di oltre 500 milioni di euro l'anno. Ad annunciare l'ambizioso traguardo è il ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, ad Ancona per impegni istituzionali.

"Nel prossimo decreto legge - spiega Zanonato al Forum economico Emirati-Italia - faremo alcune cose importanti e concrete per dare fiducia all'economia e invertire le aspettative sul ciclo economico. Ci concentreremo nel riattivare il circuito del credito a favore degli investimenti delle imprese e sulla riduzione delle bollette elettriche".

Per le imprese arriveranno dalla Cassa Depositi e Prestiti "cinque miliardi di credito agevolato, ad un tasso dimezzato rispetto a quello di mercato", per chi rinnoverà "il processo produttivo acquistando nuovi macchinari, fino a 2 milioni di euro".

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 14/06/2013 - 20:34

Ma quando la smetteranno di prenderci per i fondelli questi Disonorevoli?? La cifra sarà grossa ma credo che tradotto in contanti saranno si e no 10 euro a testa.Sono gli indegni emolumenti da tagliare e il numero dei parlamentari,ma seguitano a girarci attorno come in un circuito senza togliersi un cent.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 15/06/2013 - 00:26

Speriamo non si tratti di un tentativo furbesco per edulcorare la pillola amara dell'aumento dell'IVA.

Lucaferro

Sab, 15/06/2013 - 07:06

E' solo fumo negli occhi e la splota sequela di propositi che, se non onseriti in un contesto progettuale piu' ampio, sono solo aria fritta. Siamo alla frutta ed i nostri politici mulla, pare, abboano percepito in merito. Balle, semplificazioni fiscali inutili e di nessun effetto pratico generale, anzi, per certi betsi, ultrriori complicazioni. Si leggano con attenzione le proposte e le si confrontino con la realta'. La soppressione della responsabilita' solidale IVA in tema di appalto, ad esempio, non e' una semplificazione ma l'eliminazione di una volgarita' e di una tracotanza giuridica da far accapponare la pelle anche ad uno dtudente. Si deve tornare ad affermare totalmente e senza eccezioni la certezza del diritto. soprattutto nei rapporti con l'Amministrazione: situazione talmente deteriorata che costituisce causa essenziale della crisi italiana: tutta e solo italians. Fame eccessiva di soldi per tenere in piedi la baracca politica e pubblica.

st.it

Sab, 15/06/2013 - 08:08

E' come la carotina legata al bastone per il solito asino:il popolino; che pio sappiamo bene dova finisce la carota:all'asino ma dalla parte sbagliata!!!!!!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 15/06/2013 - 08:18

Questa è una perfidia dei nostri Disonorevoli,ci fanno vedere queste grosse cifre che poi tradotte nella realtà equivalgono a 7-8 euro a persona.Seguitano a girarci attorno ai tagli dei politici,ai tagli degli emolumenti ed alla politica,proponendoci gli specchietti delle allodole delle grandi cifre.Vergognatevi!!!!!!!!!!!!!!