Ecopass, via ai «referendum days» per chiedere al sindaco di estenderlo

Per tre giorni i promotori di MilanoSìMuove tornano a raccogliere firme per arrivare a una consultazione sul potenziamento del ticket e l'aumento del verde in città. Oltre cento banchetti nei mercati e nelle piazze ed eventi sparsi in tutta la città.

Oltre cento tavoli per la raccolta delle firme in tutta la città ed eventi legati ai temi dell'ambiente e della mobilità. Da venerdì 15 a domenica 17 ottobre il comitato «MilanoSìMuove» promuove i «referendum days», obiettivo raggiungere le 15mila firme necessarie per lo svolgimento delle cinque consultazioni che puntano, tra l'altro, ad estendere la zona Ecopass e tutelare a verde la futura area di Expo. I fondatori del Comitato, Marco Cappato, Edoardo Croci ed Enrico Fedrighini hanno dichiarato: «Il fine settimana del 15-17 ottobre sarà l'occasione per i cittadini di attivarsi in prima persona per un progetto di rinnovamento e trasformazione della nostra città in modo da garantire qualità della vita e diritto alla salute». Si potrà firmare tutti i pomeriggi nei luoghi centrali di San Babila, piazza San Carlo e Cordusio e anche presso le librerie Feltrinelli di piazza Piemonte e la Mondadori di via Marghera e alla Triennale in occasione del «bycicle film festival». Sabato pomeriggio presso molti parchi gioco, in piazza Lima e presso Villa Necchi, in occasione della mostra «L'infinito paesaggio» di Tullio Pericoli organizzata dal Fai e presso la Cascina Cuccagna in occasione della manifestazione «Kuminda» organizzata da Terre di mezzo. Si finisce la sera davanti ai cinema Gloria, Anteo e Colosseo e al teatro Nazionale e alle Colonne di San Lorenzo; sabato sera si aggiungono Brera e i Navigli. Domenica mattina si firma anche al parco delle Cave alla partenza dell'ecorunning e tutto il giorno anche alla festa di Baggio.