Ed è già «gadget-mania»: dalla bambola per riti voodoo alle magliette storiche

Magliette, sciarpe, giochi, poltrone, gioielli, megaschermi, frigobar. Sono i mondiali, bellezza, ed è già iniziata la caccia ai gadget più originali. Se bandiere in plastica o tessuti più o meno pregiati si possono trovare persino in libreria, «Nostalgica» in via Ripetta propone sciarpe e maglie delle squadre di calcio dei mondiali degli anni passati, con particolare attenzione, ovviamente, a quelli del 1982, vinti dall’Italia. Da «Esotica», in via del Corso e via Cola di Rienzo, si possono trovare, invece, la sveglia a forma di pallone che si spegne solo lanciandola con forza contro il muro e, di eguale foggia, il porta-cd per l’auto. «Tech it Easy», in Galleria Colonna, propone le mini-radio nascoste nella penna per non perdere le partite neanche in ufficio. I tifosi più pazienti possono costruire il proprio pallone incastrando tra loro le tessere di puzzleball Ravensburger, in vendita da «Feltrinelli», o sentirsi virtualmente protagonisti dei mondiali, con videogames e quiz interattivi ufficiali Fifa, realizzati da Electronics Games. Ai più piccoli, pensa Disney: il «kit da campione» comprende porta da calcio gonfiabile, manuale con trucchi e segreti sportivi e calendario interattivo degli incontri in Germania. Per tutti, la palla «da salotto», di varie misure e materiali, per fare due tiri o, semplicemente, da stringere come antistress. La più trendy è quella mini e fluorescente in vendita da «Toys Center», in via Aurelia. Qui si trovano anche subbuteo personalizzati con nomi e maglie dei campioni e pupazzi-caricatura dei più noti calciatori. Quanto ai libri, ecco «Guida alla coppa del mondo per tifosi dotati di cervello» e «Mondiali di calcio per negati», entrambi Mondadori. Le edizioni Pendragon propongono, invece, «Come sopravvivere ai mondiali di calcio, 21 alternative dalla A alla Z». E su internet? Si va dal «FooTookit» - bambola per riti voodoo con maglie intercambiabili - alla biancheria intima con reti, palloni e colori delle diverse squadre. Perché se il vostro uomo vede solo calcio, bisogna correre ai ripari.