Ed Sheeran, nuova causa per plagio da 100 milioni

Ed Sheeran è stato accusato di plagio per aver copiato un brano di Marvin Gaye del 1973. Chiesti 100 milioni di dollari

Ed Sheeran dovrà presto presentarsi in tribunale per difendersi da un’accusa di plagio. Il brano “Thinking out loud” del 2016 sembra infatti essere decisamente simile a “Let’s get it on”, una canzone scritta ed interpretata da Marvin Gaye nel 1973. O almeno questo è quello che sostengono i proprietari dei diritti di questo brano. “Let’s get it on” fu infatti scritta da Marvin Gaye e da Edward Townsend, alla morte di quest’ultimo, avvenuta nel 2003, un terzo dei diritti d’autore vennero acquisiti dalla Structured Asset Sales Llc la quale oggi ha deciso di portare il cantautore britannico davanti ad un giudice.

Il risarcimento richiesto dalla società statunitense è pari a 100 milioni di dollari ed Ed Sheeran dovrà spiegare ai giudici perché le due canzoni sono in realtà differenti. Chi lo accusa sostiene infatti che i brani siano sostanzialmente identici in termini di accordi ed arrangiamento fino ai cori di accompagnamento.

Il brano “Thinking out loud”, contenuto nell’album “X” che ha venduto più di 15 milioni di copie, ha totalizzato quasi due miliardi e 400 milioni di visualizzazioni su youtube ed era già stato oggetto di un’altra accusa di plagio intentata contro Ed Sheeran nel 2016.

In quel caso a far causa al cantante nato ad Halifax fu la figlia biologica di Townsend che tuttavia essendo stata adottata alla nascita, secondo le leggi della California, non poteva vantare alcun diritto sui beni del padre, inclusi quindi i diritti delle canzoni da lui scritte.

Commenti

georgi

Ven, 29/06/2018 - 13:45

forse era meglio se chiedevano direttamente 1 miliardo.