Eddie Murphy, cantante da applausi

Ecco il sogno americano vissuto dalla gente di colore, con motivazioni che superano quelle di chi non è stato strappato dalle sue radici. La musica è il contributo culturale degli afroamericani alla nuova società, nella quale entrano a far parte di diritto dopo anni vissuti da separati in casa. Dreamgirls è una commedia musicale che ha trionfato per venticinque anni nei teatri americani. È il soul nella sua visione mistica, travolgente e che racconta l’ascesa del gruppo vocale femminile The Dreamettes, che adombra quella reale delle Supremes, che negli anni Settanta impose la bellissima Diana Ross.
L’ascesa del gruppo ha comunque un plus valore: la presenza di Jennifer Hudson, una voce sulle orme di Aretha Franklin, che pur essendo la migliore, dentro e fuori dal film, viene oscurata dalla più nota Beyoncé Knowles, nel solco di un successo consolidato nei cd. Ma l’intero pacchetto di interpreti, Jamie Foxx, Anika Noni Rose, compreso lo strepitoso Eddie Murphy, è degno di lode. Il film ha ottenuto ben otto Golden Globe ed è probabile che qualcuno si trasformi in Oscar, anche se minore.
Tratto dallo spettacolo scritto da Tom Eyen e Henry Krieger presentato la prima volta nel 1980, Dreamgirls è un formidabile melodramma che in ogni nota di soul mette una fisicità senza infingimenti, uno slancio ricco di commovente sincerità con musica e interpreti legati a doppio filo. E Jamie Foxx, nel ruolo di un agente teatrale privo di scrupoli, mostra finalmente la sua vocalità, oscurata dal suo recente successo come interprete drammatico. In una sequenza indimenticabile i protagonisti entrano in conflitto e litigano cantando con un virtuosismo vocale mai visto prima. Le canzoni non sono memorabili, troppo uguali una all’altra, ma lo slancio, la coordinazione, la melodrammaticità, ci scappa anche il morto, sono il massimo contributo della musica soul ed Eddie Murphy rivela doti canore insospettabili. La «negritude» dell’intero spettacolo non esclude alcun tipo di spettatore. La musica è passata, come direbbe Ivano Fossati.

DREAMGIRLS (Usa, 2006) di Bill Condon con Jennifer Hudson, Jamie Foxx, Beyoncé, Eddie Murphy. 138 minuti