Edison cede la Tecnimont a Maire

da Milano

Edison ha raggiunto un accordo con Maire Holding per la cessione del 100% di Tecnimont a un prezzo di 180 milioni di euro, che comporterà per Edison una plusvalenza pari a circa 80 milioni. Lo afferma una nota della società, che precisa che il pagamento avverrà per 150 milioni in contanti, mentre la parte rimanente sarà pagabile a 36 mesi. Maire, che acquisirà Tecnimont tramite una newco, farà confluire entro quest'ultima anche Maire Engineering (ex Fiat Engineering), creando un nuovo polo di cui Edison sottoscriverà per 50 milioni di euro un aumento di capitale, arrivando a detenerne il 19,5%. Il restante 80,5% della società sarà detenuto da Maire Holding. La struttura dell'operazione prevede un'opzione incrociata put&call da esercitare entro tre anni per un controvalore minimo di 50 milioni di euro. Edison intende monetizzare l'ammontare della put e del prezzo di cessione pagabile in via differita già nel corso del 2005, si legge nella nota. «Con quest'operazione abbiamo completato il processo di focalizzazione di Edison sulle attività di energia e gas: dal 2001 a oggi abbiamo ceduto attività non strategiche per 9,5 miliardi di euro», ha affermato Umberto Quadrino, presidente e ad di Edison. Maire Engineering è nata all’inizio del 2004 dall'integrazione tra Fiat Engineering e le società del gruppo Di Amato. Al 31 dicembre i ricavi ammontavano a 500 milioni di euro, con ordini per oltre 1 miliardo.