Edison dà valore alle piccole imprese

In pochi avrebbero scommesso un centesimo, nel lontano 1883, sulla possibilità di illuminare con la luce elettrica un teatro grande come La Scala. Ci credeva Giuseppe Colombo, il fondatore di Edison che, coinvolgendo banchieri e imprenditori meneghini, costruì la prima centrale termoelettrica dell'Europa continentale a pochi passi dal Duomo. Nella notte di Santo Stefano del 1883 La Scala ebbe una luce nuova. Ecco perché, a 130 anni di distanza, Edison intende continuare a puntare sulle idee innovative. Un modo diverso di celebrare un anniversario, ma sempre in linea con quello spirito pionieristico che ne aveva caratterizzato la nascita. Il premio «Edison Start» nasce proprio dalla volontà di proseguire sulla strada del cambiamento verso nuove conquiste. Il concorso mette in palio 300mila euro premiando tre progetti (con 100mila euro ciascuno) riguardanti l'energia, lo sviluppo sociale e le smart communities.
Da oggi, infatti, i concorrenti possono presentare la propria idea sulla piattaforma web www.edisonstart.it. Fino al 30 marzo la community online di Edison e il team dedicato della società valuteranno le proposte. Il bando è aperto a team di persone fisiche (studenti e non), start-up, micro e piccole imprese e organizzazioni non profit che svolgono la propria attività da almeno due anni.
Le categorie di gara sono tre. La prima soluzioni è, ovviamente l'«Energia», ossia le nuove tecnologie per risparmiare risorse, consumare meglio e accrescere le possibilità di accesso. Il secondo ambito è lo «Sviluppo sociale», dedicato a progetti, anche di carattere culturale, che mettano in moto opportunità di crescita, siano economicamente sostenibili e aumentino la partecipazione. La categoria «Smart communities», infine, considererà le proposte per il miglioramento della qualità della vita domestica nonché della propria comunità di appartenenza. I progetti saranno valutati in base al contenuto di innovazione, alla sostenibilità e alle ricadute positive che potrebbero generare.
Tutte queste idee saranno esposte nella vetrina di www.edisonstart.it che funzionerà anche da web community. Il sito rappresenterà una piattaforma di condivisione e arricchimento dei progetti, ma anche una vetrina virtuale per attrarre soci e investitori. Una funzione di geolocalizzazione delle proposte sulla base dei territori dove sono state ideate consentirà, inoltre, di creare la geografia dell'innovazione in Italia. L'obiettivo è anche quello di sviluppare sinergie tra le varie iniziative.
A metà aprile sarà definita la short list dei 10 migliori programmi per ciascuna categoria, ed entro fine luglio si passerà ai progetti esecutivi. I concorrenti non saranno lasciati soli, ma saranno affiancati da un team dedicato di consulenti e manager provenienti sia dal mondo Edison che da esperti delle università e delle istituzioni.
Da metà settembre i progetti saranno valutati da un comitato di esperti, e il 15 ottobre verrà proclamato il vincitore di ciascuna categoria che sarà, anche in questo caso, supportato nella fase realizzativa.
In fondo, chi ha costruito a Rovigo il primo rigassificatore off shore del mondo non poteva trovare un modo diverso per celebrare 130 anni da quella «scommessa» vinta alla Scala.