Edizione entra nel «Sole» con il 2%

da Milano

Prima il Corriere della Sera, ora il Sole 24 Ore: dopo l’uscita dal Gazzettino, la famiglia Benetton «raddoppia» la sua presenza nella grande editoria nazionale. A metà marzo Edizione Holding risultava essere azionista del Sole con una quota pari al 2% del capitale con diritto di voto. Lo ha appreso l’agenzia Apcom dal bilancio 2007 del Sole, i cui titoli sono quotati in Borsa da dicembre. Nel documento si segnala che alla data del cda del 14 marzo, in base alle risultanze del libro soci e a tutte le altre informazioni in possesso della società, L’unico socio con oltre il 2% era Benetton. La quota non figura ancora nel sito della Consob, dove in base all’ultimo aggiornamento vengono indicate le partecipazioni di Confindustria (67,5%), le azioni proprie (4,915%) e le quote di Gamco Investor (4,856%). Il capitale del Sole è ora per il 32,5% composto da titoli di categoria «speciale», mentre il 67,5% sono azioni ordinarie in capo a Confindustria. Secondo il libro soci il 12,02% del capitale con diritti di voto è detenuto da investitori istituzionali, il 13,57% da investitori «retail». In base allo statuto, i soci (fatta eccezione per la società a titolo di azioni proprie) «non possono detenere azioni di categoria speciale in misura superiore a quello rappresentante il cinquantesimo del capitale sociale maggiorato di un’azione».