Edoardo & Francesco fratelloni d’Italia coppia da World Cup

I due Molinari conquistano la qualificazione al torneo. Tiger battuto da Weir in Canada

L’Italia sarà tra le 28 nazioni che a fine novembre disputeranno in Cina la World Cup. I fratelli Molinari - Francesco ed Edoardo - hanno conquistato uno dei cinque posti a disposizione nella Nations Cup prova di qualificazione disputatasi ad Aruba nei Caraibi. Sin dalle prime battute era sembrato che il cammino per gli azzurri fosse quasi in discesa dopo che al termine della seconda giornata erano al comando insieme agli irlandesi e poi terzi dopo 54 buche. L’ultimo giro partiva male per i fratelli torinesi che hanno dovuto lottare sino all’ultima buca ed oltre perché la qualificazione per l’Italia è arrivata solo dopo la prima buca di uno spareggio a tre che ha visto in campo Italia, Portorico e Venezuela. Un doppio bogey dei venezuelani alla prima buca di play off ha lasciato via libera alle due nazioni avversarie e così, credo, per la prima volta nella storia della Coppa del mondo per nazioni vedremo in campo due fratelli. La Nations Cup è stata vinta a sorpresa dal Portorico davanti ad Irlanda e Colombia.
Tempo di sfide a squadre tra i big del golf mondiale. A Montreal in Canada gli Stati Uniti capitanati da Jack Nicklaus hanno portato a casa la Presidents Cup battendo per 19 e mezzo a 14 e mezzo il team internazionale (professionisti europei esclusi) guidato da un altro mostro sacro quale il sudafricano Gary Player. Due anni fa in Sud Africa il match era terminato alla pari, stavolta gli Stati Uniti non si sono fatti sorprendere dalla tenacia degli extraeuropei che comunque sulla carta partivano non certo favoriti. Dopo aver accumulato un buon vantaggio - 12 punti e mezzo a 7 e mezzo - al termine delle quattro sessioni di doppio gli yankee hanno resistito alla carica degli uomini di Gary Player nei 12 singoli dell’ultimo giro che hanno visto i «non americani» vincere ben sette dei dodici match in palio. La partita certo più entusiasmante è stata quella fra il giocatore di casa Mike Weir e Tiger Woods che ha mandato in visibilio il pubblico presente quando Weir in svantaggio a due buche dal termine è riuscito a far suo il match e battere il numero uno al mondo.
In Europa analoga sfida tra giocatori delle isole britanniche e quelli del Vecchio Continente nel Seve Trophy all’Heritage Golf Club. Nick Faldo, prossimo capitano di Ryder ha assaporato il gusto della vittoria portando al successo il suo team contro quello capitanato da Severiano Ballesteros.
Sul Tour senior ancora una bella prova di Costantino Rocca, giunto 5° nello Scottish Open vinto dallo spagnolo José Rivero. Il nostro campione era andato al comando nella prima giornata nella quale siglava addirittura una buca in un solo colpo! Bene anche Pippo Calì giunto 12°. Sul Tour femminile ventinovesima vittoria per la grande Laura Davies che ha vinto il torneo in programma a Vienna. Diana Luna, terza dopo 36 buche, ha chiuso in ottava posizione appaiata con Stefania Croce.
Sul Challenge prima vittoria in Olanda dello scozzese Whiteford mentre con un gran 67 finale il nostro Alessio Bruschi è risalito sino al sesto posto.
Sull’Alps - circuito del terzo livello - Michele Reale è giunto secondo a Digione nel torneo vinto dal francese Nouailhac.