Educazione e solidarietà Esercito e scuola marceranno insieme

L'Esercito andrà a braccetto con la scuola per collaborare fattivamente alla educazione e formazione dei giovani. Il protocollo d'intesa è stato siglato ieri mattina nell'aula magna della Scuola Militare Teulié fra la dottoressa Anna Maria Dominici, direttore generale per l'Ufficio Scolastico Regionale Lombardia e il generale Camillo de Milato, comandante militare Esercito Lombardia. Fra gli interventi, quello dell'assessore regionale ai Giovani e Sport della Lombardia, Piergianni Prosperini, che ha elogiato l'iniziativa. L'accordo, che ha la finalità di far attecchire sensibilità, solidarietà e senso civico in una generazione problematica dal punto di vista educativo, si propone di coinvolgere gli studenti del triennio delle scuole superiori in cinque progetti. Il primo riguarda la «Solidarietà» e sarà teso a creare servizi e strutture per i ragazzi di lontane e più sfortunate nazioni, come ad esempio realizzare una scuola completa del suo arredo. Segue il progetto «Salute e benessere», con i consigli per uno stile di vita psico-fisico positivo, quello «Civico-culturale» dove, fra varie ricerche storiche, verrà stimolata la sensibilità verso i familiari di un caduto in missione di pace e il «Training day», una competizione ginnico-militare sotto l'istruzione di ufficiali dell'Esercito e Associazioni d'Arma che ha già ottenuto successo a Brescia lo scorso anno. Per finire, il progetto «Orientamento», dove ufficiali dell'Esercito informeranno gli studenti sulle opportunità professionali offerte dalla Forza Armata, dalla Protezione Civile e dal Volontariato.