EFFETTI POSITIVI DEL SISMA

Caro Massimiliano, leggo i tuoi appelli al colloquio, tra ex presidente Giovanni Novi e l’imprenditore Ignazio Messina. Appena metto il punto su questa frase è arrivata una scossa di terremoto! Sono le 15.58! Caspita! Mi sono sentito sbandare, muovere la seggiola. Nelle case e sui terrazzi la gente è nel panico! Tutti a chiedersi cosa succede. Sono le 16.04. Siamo tutti con il nodo in gola e speriamo sia l’ultima scossa! Davanti a questo scampato pericolo, ritorno a scrivere e dico subito che le persone ragionevoli dovrebbero veramente sedersi ad un tavolo e chiarirsi e andar d’accordo! Un conciliatore neutro, ma conoscitore dei problemi genovesi, come sei tu, penso sia la scelta giusta. Se mi è concesso un garbato consiglio porterei proprio l’esempio dello scampato disastro che avrebbe distrutto la città, davanti a questo una nuova convivenza pacifica e costruttiva sarebbe veramente utile! Sperando di leggere la cronaca sul pranzo tra «tre gentlemen» scritta dal nostro Direttore di redazione, vi auguro un buon appetito.