Effetto Brunetta in Comune: dipendenti malati -30%

Comune hanno subito un calo del 30%
rispetto all'anno precedente. Nonostante la città sia stata colpita da un inverno tra i più rigidi degli ultimi anni e
consistenti precipitazioni nevose. De Corato: a gennaio conistente calo di assenze

Anche a Milano batte l'onda lunga del cosiddetto «effetto Brunetta». Nel mese di gennaio le assenze per malattia dei dipendenti del Comune hanno subito un calo del 30% rispetto all'anno precedente. Nonostante la città sia stata colpita da un inverno tra i più rigidi degli ultimi anni e consistenti precipitazioni nevose.

«Nel mese di gennaio - spiega il vice sindaco Riccardo De Corato - siamo scesi da un totale di 30.907 giorni di malattia a 21.483 (- 30%), mentre le assenze per malattia per periodi superiori a dieci giorni sono calate da 683 a 457 (-33%). Un trend tutto in discesa: a novembre 2008, infatti, si è passati da 27.238 giorni a 19.457 (-28%) e da 470 a 251 (- 46%) per periodi superiori ai dieci giorni; in dicembre da 23.022 a 16.910 (-26%) e da 599 a 276 (-53%). La battaglia del ministro Brunetta si è rivelata, dunque, un toccasana e l'amministrazione la sposa pienamente perché meno assenze significano più servizi per i cittadini».

«Prima delle vacanze estive - continua De Corato - i dati avevano del resto già evidenziato un calo. Dal confronto con i mesi di maggio, giugno e luglio del 2007, i giorni di assenza per malattia al Comune erano scesi, infatti, mediamente da 1,5 a 1,3 (maggio) da 1,4 a 1,1 (giugno) e da 1 a 0,7 (luglio). Confidiamo che l`onda lunga di questi benefici continui».