Effetto derby, Ballardini ammonisce i diffidati

Sciopero si. Sciopero no. Alla fine dopo giorni e giorni di riunioni fiume Lega Calcio e Associazione Italiana calciatori hanno trovato l'accordo sui punti della discordia. Dunque nel prossimo week-end si giocherà.
Cosa cambia in casa rossoblù dopo questa decisione in vista del derby de 19 dicembre? In sostanza poco, in pratica molto. Ballardini ha cominciato la preparazione in vista dell'anticipo di sabato sera contro il Napoli già lunedì pomeriggio come se non alleggiasse il fantasma dello sciopero. Nella tabella dei preparatori atletici non è cambiato nulla ed i carichi di lavoro sono rimasti sempre uguali. Stesso discorso vale per gli infortunati che proseguiranno nel loro iter senza forzare comunque in vista della stracittadina. Solo Sculli potrebbe farcela. In pratica però se non si fosse giocato si sarebbero create alcune situazioni forse favorevoli. Per esempio i diffidati. Che in casa rossoblù sono due. Mimmo Criscito e Dario Dainelli. A tre giorni dal match contro i partenopei le scelte del tecnico Ballardini non si conoscono ancora, ma probabilmente i due saranno della partita. Anche se non si può escludere che l'ex mister della Lazio proprio pensando alla stracittadina non opti un piccolo turn-over in difesa, considerando che ci sono valide alternative. Inoltre se lo sciopero proclamato fosse stato attuato, alcuni elementi cardini come Miguel Veloso e Milanetto avrebbero potuto guarire tranquillamente dai loro acciacchi.
Prima del derby della Lanterna però bisogna giocare contro gli azzurri di mister Mazzarri. Tutti giurano, tifosi a parte, che alla stracittadina cominceranno a pensarci da domenica. Prima si penserà al match con il Napoli. «Vogliamo i tre punti» afferma senza timore Ranocchia. Il difensore umbro, che esclude un suo addio a gennaio, ha già il derby nel mirino. «Inutile negare che dobbiamo pensare prima alla sfida di sabato, però cercheremo soprattutto di vincere la partita contro la Samp». Ed è quello che si augurano pure i supporter del grifone. Intanto è cominciata la prevendita proprio per la gara contro i blucerchiati. Queste le modalità. Per gli abbonati Gradinata Nord 2009/2010 e 2010/2011 e quelli del Settore 5 la fase di prelazione scadrà martedì 14 dicembre. Costo del biglietto 25 euro, acquistabile solo al Genoa Store. Da mercoledì 15 fino a sabato 18 invece partirà la seconda fase per gli abbonati degli altri settori previa disponibilità, sempre al Genoa Store di Piccapietra.