Effetto manovra: per gli atipici l’Inps è più cara

Ai nastri di partenza le nuove regole previdenziali per i lavoratori parasubordinati, i cosiddetti «co.co.co». La Finanziaria 2007 ha infatti stabilito l’aumento delle aliquote per i contributi da versare all’Inps, con l’obiettivo dichiarato di garantire pensioni più elevate a questi lavoratori «atipici». Nel dettaglio, sono previste - come spiega l’Inps in una nota - due aliquote. Per i collaboratori coordinati e continuativi, con o senza «progetto», non iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria, sale al 23% l’aliquota di finanziamento del trattamento pensionistico, alla quale si deve aggiungere lo 0,50% destinato a finanziare le prestazioni temporanee, come malattia e maternità. Aumentano invece al 16% le aliquote del 12 e del 15 precedentemente stabilite per i co.co.co. già assicurati in altre gestioni o titolari di trattamento pensionistico. L’aumento dei contributi sarà ripartito per due terzi a carico del committente e per un terzo a carico del collaboratore stesso. I primi effetti si avranno già nei compensi di gennaio, ma solo da oggi (quindi da lunedì prossimo) in poi, mentre i compensi erogati fino al 12 gennaio e riferiti a prestazioni effettuate entro il 2006 sono ancora assoggettati alle vecchie aliquote.