Effetto Obama Un deputato su tre ha un sito ed è su Facebook

I politici cadono nella Rete. Sono sempre più numerosi anche fra i parlamentari quelli che hanno un proprio sito o il proprio profilo su Face Book. Durante un convegno promosso da Codice Internet e nato da un’idea del deputato del Pdl, Antonio Palmieri, anche la politica si è interrogata tra l’altro sugli usi e i rischi di abusi attraverso la Rete. Il 36 per cento dei deputati ha un sito internet e il 21,1 è presente su Facebook. Ci si chiede quanto Internet abbia contribuito alla scalata di Obama (nella foto sopra) alla Casa Bianca e se si potrebbero creare le stesse condizioni in Italia. Soprattutto ci si chiede se sia necessario regolamentare la Rete. «Chi ha responsabilità di governo, anche a livello mondiale, deve guardare alla rete per impedirne gli abusi e gli illeciti - dice Palmieri -. Anche per organizzare con il maggior consenso possibile dei cittadini e delle istituzioni non politiche un sistema di regole valido per tutti».