Effetto Telecom su Zaleski

Il calo senza fine delle quotazioni di Borsa rischia di innescarne altri. Così è successo, per esempio, a Telecom: alla debolezza del titolo, qualche mese fa, si è aggiunta la vendita forzata del pacchetto del 3,7% che Hopa aveva dato in pegno a Royal Bank of Scotland. La quale, quando le quotazioni sono scese troppo, ha prima chiesto l’integrazione delle garanzie. Poi ha venduto. Deprimendo ancora i corsi. Effetto Telecom che, secondo voci di operatori, ha ora contagiato il finanziere Romain Zaleski, impegnato con «margin loans» a fronte, tra l’altro, del 6% di Intesa e del 2% di Mps. In entrambi i casi i prezzi di carico sono molto più alti delle quotazioni, dando luogo a opzioni di vendita («margin calls). Solo Intesa, nell’ultimo mese, ha ceduto il 18,5% e Zaleski avrebbe i titoli in carico a 5,8 euro, contro il prezzo di ieri di 3,75, pari a un «rosso» di 1,4 miliardi. Se le banche intendono coprirsi, devono vendere.