Eforpeople moda a prezzi di saldo per i bambini

Il portale eforpeople.com, Baby nel cuore, ha messo in vendita fino ad esaurimento scorte, a soli 23 euro o 50 euro, tantissimi capi d'abbigliamento e accessori glamour per uomo, donna e bambino delle migliori griffe italiane ed internazionali. Con una spesa davvero minima sarà così possibile aggiungere al proprio guardaroba un tocco fashion e allo stesso tempo fare del bene: acquistando un cappotto primaverile o un prezioso abito ricamato, infatti, i tanti appassionati di moda potranno dare un aiuto concreto al progetto di solidarietà sostenuto da Baby nel Cuore, che prevede la costruzione di un centro di accoglienza per i "meninos de rua" di Salvador De Bahia, in Brasile.
Ecco alcuni dati significativi, che riassumono quanto la stagione 2008-2009, che ha visto come suoi testimonial d'eccezione Mara Venier, Pippo Baudo, Ermanno Scervino, Leonardo Ferragamo, Renzo Rosso, sia stata vissuta "alla grande": dopo soli 5 mesi di vendite on line, sono stati acquistati 4.700 capi per un totale di 390.000 euro; i visitatori che si sono collegati al portale sono stati 274.000, mentre ben 8.256.000 sono state le pagine "cliccate".
Una curiosità: in Sicilia le vendite sono state il doppio che in Sardegna, mentre numerosissimi sono stati gli acquisti on line dall'estero: Cipro, Danimarca, Paesi Bassi, Svezia, Spagna e Portogallo le nazioni più interessate al portale
«Anche la moda ha un cuore e non è solo una questione di prezzi: questa quarta stagione di www.eforpeople.com, grazie agli ottimi risultati ottenuti, ce lo ha ampiamente dimostrato - ha dichiarato Simonetta Tugnoli Frabboni, Presidente di Baby nel Cuore Onlus - Siamo davvero orgogliosi dei traguardi che abbiamo raggiunto e molto fiduciosi per la prossima edizione, anche perchè le crescenti adesioni al nostro portale dimostrano che non siamo stati i soli a credere in questa magnifica avventura e che sono sempre più numerosi coloro che, come noi, amano aiutare il prossimo, soprattutto quando si tratta dei più piccoli e dei più deboli, senza negarsi qualche piccolo piacere o piccola soddisfazione personale».