Egitto all’attacco: «Piramide di Giza l’unica originale»

Nemmeno sulle sponde del Nilo è stata accolta bene la classifica di Bernard Weber. Le piramidi di Giza, alla periferia del Cairo, sono l’unica meraviglia ancora esistente fra quelle catologate oltre duemila anni fa. La Piramide di Cheope è da millenni un’attrazione mondiale, che ha resistito indenne al trascorrere dei secoli e agli agenti atmosferici. Ma il voto on line è stato impietoso con questo colosso, premiato dalla storia ma snobbato dalla modernità. Incredibilmente,infatti, nel maxisondaggio realizzato interpellando oltre 100 milioni di persone, delle piramidi non c’è neppure l’ombra.
In Egitto la notizia ha fatto scalpore e la risposta non ha tardato a farsi sentire. «Questo gioco non toglie nulla all’Egitto e alle piramidi che restano l’unica meraviglia del mondo - ha detto polemicamente l’archeologa egiziana Zahi Hawass- non sono le masse a scrivere la storia». Gli organizzatori del concorso, il cui risultato è satto reso noto sabato a Lisbona, però, hanno deciso di dare un premio di consolazione al popolo egiziano. Le piramidi, è stato precisato, rimarranno meraviglie d’onore. Se lo dicono loro.