Egitto campione Mubarak manda Mido in panchina

L’Egitto s’è aggiudicato per la quinta volta la coppa d’Africa, dopo aver battuto la Costa d’Avorio per 4-2 ai rigori. La lunga maratona che per tre settimane ha infiammato l’intero continente africano, si è conclusa con una partita appassionante, decisa solo dai rigori dopo che a pochi minuti dal termine dei tempi supplementari, l’egiziano Ahmed Hassan aveva mandato sul palo un rigore generosamente concesso dall’arbitro Mourad per un gioco pericoloso di Kouassi su Barakat. Lo stesso arbitro all’83’ aveva annullato un gol dell’egiziano Amr Zaki per un intervento di Shawki sul portiere ivoriano Tizie. I rigori finali hanno poi visto anche l’errore di Drogba e a decidere è stato il penalty di Terika. Ad esultare con gli egiziani anche Mido che, squalificato dalla nazionale per 6 mesi, ha seguito la partita in tuta vicino alla panchina solo grazie all’intervento di Gamal Mubarak, figlio del presidente Hosni che ha consegnato la Coppa all’Egitto.