Egitto La Corte annulla il divieto del velo all’università

Continua in Egitto la battaglia del niqab, il velo che lascia scoperti solo gli occhi. La giustizia amministrativa ne annulla infatti il divieto negli spazi universitari e nelle aule d’esame, ma il ministro dell’Insegnamento superiore Hani Helal non si dà per vinto: io vado avanti lo stesso. «Seguiremo tutte le procedure che la legge mette a nostra disposizione per ribaltare la decisione», dice Helal, in questi giorni a Roma per la chiusura dell’Anno italo-egiziano della Scienza e della Tecnologia. La battaglia legale - divisa in più stralci e dunque non ancora conclusa - era stata avviata nei giorni scorsi da una dozzina di studentesse in niqab dell’Ain Shams University, il secondo ateneo pubblico della capitale. Ma anche nel primo, l’Università del Cairo, si era verificato lo stesso caso, che aveva dato luogo anche a manifestazioni di protesta ed alla rinuncia da parte di alcune ragazze all’esame.