Egiziana incinta uccisa dal monossido

Un’egiziana di 25 anni, al quarto mese di gravidanza, è stata trovata morta la scorsa notte attorno all’1.30 nella sua abitazione di via Barrili, probabilmente uccisa dal monossido di carbonio fuoriscito dallo scaldabagno. Il corpo senza vita di H.M., immigrata regolare, sposata, è stato trovato nel bagno dell’appartamento dai soccorritori del 118, i quali erano stati allertati dai familiari della giovane perchè da ore non rispondeva al telefono. La donna si trovava sola in casa, in quanto il marito si trovava al lavoro. Sarà l’autopsia ad accertare le cause della morte, anche se sarebbe già emerso un guasto dello scaldabagno da cui sarebbe sprigionato il micidiale monossido di carbonio.