Egiziano rapina e violenta due lucciole romene: in manette

Due vigilesse in borghese hanno arrestato un clandestino egiziano con l’accusa di aver rapinato e violentato, minacciandole con un coltello, due prostitute romene di 17 e 20 anni, dopo averle caricate, una di seguito all’altra, all’interno della sua vettura. L’ultima vittima ha però riconosciuto le due agenti, in servizio anti-prostituzione, ed è balzata giù dall’auto gridando aiuto. Le due coraggiose ghisa sono immediatamente intervenute bloccando il clandestino.
La prima a finire nelle sgrinfie del bruto, un egiziano di 28 anni irregolare sul territorio italiano, è stata la minorenne caricata sabato sera verso mezzanotte e mezzo in via Sesto San Giovanni. Una volta appartati in un angolo buio, l’egiziano ha estratto il coltellaccio lungo una ventina di centimetri puntandolo alla gola della giovanissima lucciola e l’ha rapinata dei soldi, di una catenina e del cellulare, per poi scaricarla dalla vettura e allontanarsi in tutta fretta.
Ma il nordafricano non era ancora contento della sua notte brava e così ha deciso di tornare nello stesso posto dove aveva caricato la prima romena e, dopo aver contrattato la prestazione, ha fatto salire in macchina anche la seconda vittima. Ripetendo il copione: prima il coltello, poi la violenza infine il tentativo di rapina. Tentativo che non è andato a buon fine grazie all’intervento delle agenti del comando di zona 2. La romena, alla vista delle vigilesse, è infatti subito scesa dal veicolo e ha raccontato quanto le era appena successo, consento così l’arresto del nordafricano in flagranza di reato. L’extracomunitario, che deve rispondere dei reati di rapina aggravata, violenza carnale e detenzione d’arma abusiva, è stato trasferito nel carcere di San Vittore.
«Siamo di fonte a una situazione ormai fuori controllo, caratterizzata da un’esplosione di violenze tra stranieri, in un clima di degrado urbano» accusa ora Riccardo De Corato, vice sindaco con delega alla Sicurezza. «E ancora una volta la violenza è stata compiuta da un clandestino, che ha infierito anche verso una minorenne. Basti dire - precisa il vice sindaco - che su 471 stranieri coinvolti in reati, nei primi due mesi dell’anno, 162 erano irregolarmente presenti sul territorio e 62 in particolare erano egiziani. Numeri che richiedono una stretta sugli allontanamenti, ancora troppo esigui se si pensa che nel 2008 a fronte di 2890 stranieri espulsi da Milano, solo 700 sono stati riaccompagnati alla frontiera. Ringrazio poi le due coraggiose vigilesse - conclude Riccardo De Corato - che hanno operato con grande coraggio e fermezza. A dimostrazione che il servizio antiprostituzione è utile non solo contro il degrado ma anche a tutela della sicurezza della città. E le agenti sanno dare un contributo importante».