Elezione, caos nei conteggi in Scozia

Londra - Enormi difficoltà e caos nello spoglio dei voti in Scozia: si registra un numero senza precedenti di voti nulli e sette circoscrizioni sono state costrette a sospendere per ore i conteggi. A rendere difficoltosa la procedure sono in particolare problemi nel sistema di conteggio elettronico. «In molti luoghi sono sorti gravi problemi tecnici che stanno ritardando l’annuncio dei risultati», si legge in un comunicato dello Scotland Office, il dipartimento del governo britannico che si occupa degli affari della Scozia, che ha già ordinato un’urgente revisione delle modalità con le quali si tengono le elezioni scozzesi. Lo Scotland Office ha inoltre lanciato «con urgenza» un’inchiesta per capire le cause di questi problemi. Il leader dello Scottish National Party (Snp) Alex Salmond ha definito «un grave errore» la decisione di tenere contemporaneamente le elezioni amministrative e pr il parlamento locale. Agli elettori scozzesi sono state date due schede. In quelle per le elezioni parlamentari locali dovevano esprimere il loro voto con una ’x’ mentre in quelle amministrative doveva scrivere un numero. Inoltre, a causa della complessità del sistema proporzionale in vigore, il conteggio manuale è stato sostituito da uno elettronico. Proprio quest’ultimo aspetto sembra aver causato i problemi più gravi.

Una portavoce della Drs Data Services, la compagnia che ha fornito le macchine utilizzate nello scrutinio, ha dichiarato alla Bbc che i ritardi sono stati causati da un «piccolo problema» e che i tecnici della società sono già al lavoro per risolverlo. I conteggi sono stati sospesi per ore nelle circoscrizioni di Aberdeen, Argyl e Bute, Eastwood, Edimburgo, Livingston e Linlithgow, Perth e Tayside North, Strathkelvin e Bearsden. Secondo alcune stime iniziali i voti nulli potrebbero essere oltre 100.000.