Elezioni della comunità ebraica Vittoria alla lista «per Israele»

Il più votato Yasha Reibman: «All’opera per comunità aperta»

Vittoria al centrodestra. È questo il risultato delle elezioni per il rinnovo dei dirigenti della Comunità ebraica in città, che si sono svolte contemporaneamente alle amministrative. I candidati più votati sono stati Yasha Reibman (1.046 voti), medico ed ex consigliere regionale radicale e il presidente uscente Leone Soued (853 voti). Entrambi fanno parte della lista «Per Israele» che ha eletto dieci consiglieri e ha quindi la maggioranza assoluta nel nuovo «parlamentino» della Comunità di via Guastalla. I laici della lista «Chai», che in ebraico significa «vita», hanno eletto 5 consiglieri guidati dall’attuale vicepresidente Gionata Tedeschi.
Terza classificata la lista «Kadima», stesso nome, che significa «avanti», del partito di Ariel Sharon che ha eletto 4 consiglieri guidati da Roberto Jarach. Sono stati eletti anche gli 11 delegati al congresso dell’Unione delle Comunità. «Questo risultato dà a tutti noi una grande responsabilità - ha detto Yasha Reibman che è anche portavoce degli ebrei milanesi -. Gli ebrei in città ci chiedono di lavorare insieme per una Comunità aperta a tutti, vicina a ogni ebreo, aperta alla città nel suo insieme, alle istituzioni, alle parti religiose e laiche e a quelle sociali e civili».