Elezioni E in Poste e pubblico impiego il sindacato di Bonanni vola al 54%

In generale nei comparti del pubblico impiego la Cisl se la deve vedere quasi sempre con la Cgil. I numeri sono simili. La confederazione di Guglielmo Epifani ha la maggioranza nella scuola: il 29,03 per cento contro il 28,90 della Cisl. Nel settore più caldo di questi giorni, sono forti anche gli autonomi della Confsal che con lo Snals si attestano al 20,09. Poi viene la Uil al 14,21. Nei ministeri, i firmatari del protocollo sul pubblico impiego (Cisl, Uil e Confsal) hanno insieme il 63,20 per cento dei voti. In equilibrio le prime due confederazioni, con la Cisl al 28,9 e la Cgil prima per un soffio, al 29. Seguono la Uil con il 22 e la Confsal con 10,94. La Cisl ha il primato nelle agenzie fiscali (24,08 per cento contro il 23,66 della Cgil, la Uil con il 19,21, la Confsal con il 17,69 per cento. E anche negli enti pubblici non economici: 36,32 per cento contro il 21 della Cgil.