Elezioni a Milano, la Moratti contestata al presidio dei disabili

Il sindaco di Milano è stato contestato a un presidio organizzato dalle associazioni a sostegno dei disabili in piazza Duca d'Aosta a Milano

Alcuni fischi hanno accolto il sindaco di Milano, Letizia Moratti, che a sorpresa ha deciso di intervenire ad un presidio organizzato dalle associazioni a sostegno dei disabili sotto il Pirellone per denunciare i tagli del Governo. Alla manifestazione, che ha raccolto in piazza Duca d’Aosta circa cinquecento persone diversamente abili che, simbolicamente, hanno issato uno striscione "Ugualmente incazzabili". Poco prima dell’arrivo del sindaco aveva parlato il candidato del centrosinistra, Giuliano Pisapia.

"Sono stata invitata dal presidente Formigoni che mi ha detto che c’era questa riunione, ho ritenuto opportuno esserci, non mi preoccupo degli altri, io ho parlato delle cose che ho fatto io e dei programmi che ho io, non di altro". Così il sindaco Letizia Moratti lasciando il presidio dei disabili davanti alla stazione Centrale ha risposto ai giornalisti che le chiedevano se avesse deciso di presentarsi al presidio per "seguire" Giuliano Pisapia, intervenuto prima di lei al sit-in.