Elezioni regionali in Sicilia

Per assicurare stabilità al Governo regionale alla coalizione vincente sia assegnato un premio di maggioranza
sino ad un massimo di 8 seggi da attribuire ai candidati della lista regionale
più votata
I restanti 80 seggi sono invece assegnati, con il sistema proporzionale,
ai candidati delle liste provinciali

Per le elezioni regionali in Sicilia all'elettore errà consegnata una scheda di colore verde. La scheda contiene, entro un apposito rettangolo, il contrassegno di ciascuna lista che concorre nell’'ambito provinciale, affiancato sulla medesima linea da una riga riservata all’'eventuale indicazione della preferenza per un candidato alla carica di "deputato regionale" appartenente alla lista. Alla destra di tale rettangolo è riportato il cognome e nome del capolista della lista regionale collegata, candidato alla carica di presidente della Regione, affiancato dal relativo contrassegno.

L'elettore esprime il suo voto per una delle liste provinciali tracciando un segno sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta o nel relativo rettangolo e può esprimere una preferenza scrivendo il nominativo di uno dei candidati compresi nella lista stessa. L'elettore esprime il suo voto per una delle liste regionali tracciando un segno sul nominativo del candidato alla carica di presidente della Regione o tracciando un segno sul simbolo della lista, ovvero su entrambi.

L’'elettore può validamente votare una lista regionale ed una lista provinciale non collegate fra loro. Se l’'elettore omette di votare per una lista regionale ed esprime validamente il suo voto soltanto per una lista provinciale, il voto si intende espresso anche a favore della lista regionale collegata.

E’ proclamato eletto presidente della Regione il capolista della lista regionale più votata. Il capolista della lista regionale che ha conseguito un numero di voti immediatamente inferiore è, invece, proclamato eletto deputato regionale. Allo scopo di assicurare la stabilità del Governo regionale, la legge prevede che alla coalizione vincente sia assegnato un premio di maggioranza sino ad un massimo di 8 seggi da attribuire ai candidati della lista regionale più votata. I restanti 80 seggi sono invece assegnati, con il sistema proporzionale, ai candidati delle liste provinciali.