Elfi in miniatura e croci celtiche tutto fa souvenir

Chi è in cerca di itinerari poco convenzionali in Irlanda ne troverà uno sicuramente fuori dal comune. Si tratta di girovagare tra le torbiere, terreni ondeggianti, erbosi e coperti d'erika, oppure rilievi acquitrinosi che occupano circa un settimo delle terre dell'isola e formatisi dal ritiro dei ghiacci in epoca preistorica.
Il turista si può anche scatenare nello shopping. Si spazia dagli oggetti più kitsch ricoperti di trifogli e di elfi alle riproduzioni di ogni dimensione delle croci celtiche, dai compact disc di musica folk alle poesie di Yeats, dal documento che attesta la vostra eventuale origine irlandese fornito dai molti centri genealogici ai liquori come il gin di Cork e i vari whiskey. Ogni area geografica dell'isola ha splendidi oggetti artigianali: oltre a pizzi, gioielli, ceramiche qui si possono acquistare i cristalli di Waterford, i tessuti di lino dell'Ulster, i maglioni di lana di Aran, il tweed di Donegan, oltre a salmone affumicato e formaggi tipici come il cashel blue da assaporare con il pane soda.