Elicottero precipita nel fiume Sesia: morti pilota e passeggero

Un elicottero ultraleggero è caduto nel fiume nel tratto che segna il confine tra le province di Novara e Vercelli vicino a Prato Sesia. Nelle vicinanze sono stati tranciati dei cavi dell'alta tensione, con ogni probabilità durante il passaggio del piccolo velivolo decollato da Casalgiate

Novara - Un elicottero ultraleggero è precipitato nel fiume Sesia, nel tratto che segna il confine tra le province di Novara e Vercelli. Morti pilota e passeggero. L'incidente, secondo le prime informazioni, si è verificato sulla sponda sinistra del fiume, nella zona di Prato Sesia. L'elicottero, un ultraleggero biposto, è precipitato verso la sponda sinistra (e non destra, come scritto erroneamente nella prima notizia), che ricade nel territorio novarese. L'abitacolo è immerso in due metri d'acqua. Nelle vicinanze sono stati tranciati dei cavi dell'alta tensione, con ogni probabilità durante il passaggio del velivolo.

Il corpo della seconda vittima è stato individuato e recuperato dai sub dei vigili del fuoco: era sul fondo del corso d'acqua, sotto la carcassa del velivolo. I soccorritori, comunque, non avevano mai nutrito molte speranze. Le vittime erano a bordo di un "paramotore", una sorta di ultraleggero simile a un elicottero, ed erano decollati dal campo volo di Casalgiate, una frazione di Novara. Il velivolo è considerato dagli appassionati l'ultima novità in fatto di ultraleggeri: proprio ieri, nel corso della "notte bianca" di un quartiere di Novara, un esemplare era stato esposto in piazza.