Elicottero-radar a caccia del piromane

Altre 43 auto date alle fiamme, decine di motorini ridotti in cenere in appena due ore dall’una e mezzo alle tre e trenta della notte tra martedì e mercoledì: il piromane è tornato a colpire. Ancora una volta con roghi «a raffica», anche in luoghi abbastanza distanti tra loro, tanto da fare ritenere agli inquirenti, carabinieri e polizia, che ad agire siano contemporaneamente più persone. Un gruppo di folli criminali che ha deciso di fare passare notti da incubo a migliaia di romani disperati perché non sanno più come proteggere i loro mezzi a due e quattro ruote, ma soprattutto preoccupati perché fumo e fuoco, spesso, raggiungono le abitazioni. Intanto le forze dell’ordine preparano misure speciali per stanare «Nerone»: pattugliamenti concentrici di volanti e gazzelle intorno ai punti di innesco e un elicottero con visore notturno in volo sulla città pronto a individuare gli autori in fuga.