Elimina il rivale con 7 coltellate: finisce in manette

Un bresciano, Stefano Sorrentino di 37 anni, è stato fermato dalla squadra mobile della Questura di Brescia per l’accoltellamento mortale avvenuto ieri mattina all’alba in città. L’uomo avrebbe confessato, spiegando che si è trattato di un delitto a sfondo passionale ma che non aveva intenzione di uccidere la vittima, Bruno Vicini Chilovi, 39 anni, attuale convivente della sua ex compagna. Sorrentino, titolare di una pizzeria a Brescia, avrebbe atteso Bruno Vicini Chilovi quando questi è uscito dall’abitazione della donna con cui l’omicida aveva convissuto per circa nove anni, e da cui aveva avuto due figlie. Quindi l’aggressione: la vittima, colpita da sette coltellate, è riuscita a trascinarsi fino all’entrata della caserma della polizia stradale di via Montegrappa ma ha smesso di respirare poco dopo il ricovero in ospedale.