Eliminata dal reality: 16enne paralizzata

Si era esibita come ballerina in un programma tipo «Amici», ma l’avevano bocciata: adesso non parla e non si muove più

E poi dicono di Alessandra Celentano, la Crudelia Demon della scuola di «Amici» di Maria De Filippi, che se gli stai simpatico, con un sorriso che luccica come la lama di Jack lo squartatore, ti dà del «sacco di patate» prima ancora che prepari il puré. Shinjini Sengupta ha più o meno l’età delle ragazze di «Amici», sedici anni, quasi diciassette, e la stessa voglia di stare per forza al centro dell’attenzione altrui. Non che ne abbia bisogno, è una ragazzina modello, brava e studiosa, un po’ pupa e un po’ secchiona, mamma e papà l’hanno iscritta a una prestigiosa scuola di Calcutta che non è quella della De Filippi. Aveva già fatto una comparsata in un film come ballerina, per questo aveva deciso di partecipare alla versione indiana di «Amici», rete bengalese nazionale, prima serata. Ma si è beccata la Celentano di Calcutta che, dopo avergliene dette di ogni, l’ha eliminata dal gioco praticamente appena entrata.
Chi se ne frega, dite voi? Meglio così? Non va più così. Shinjini l’ha presa malissimo, così male che adesso non si muove più. Paralizzata, dicono i medici, dallo choc. Da quando è stata nominata, il 19 maggio scorso, è caduta talmente in depressione da finire in ospedale. Ma le cose sono andate sempre peggio: non si muove, non parla, sembra catatonica. Quasi come le troniste di «Uomini e donne». Per gli psichiatri, che per esempio non hanno mai visitato Costantino Vitigliano, potrebbe trattarsi di una rara, ma non impossibile conseguenza del forte stress causato dalla delusione per non aver superato la prova.
Il guaio è che gli indiani da tempo si sono buttati su reality tipo quelli nostri: Ballando con le stelle, Indian Idol, Fear Factor. E la fama anche lì adesso è diventata una brutta malattia. Così Shinjini, esclusa da «Amici», è rimasta senza parole. Vladimir Luxuria invece, esclusa dall’«Isola dei famosi», ieri ha parlato al Gay Pride. Per dire che con il Vaticano lei non ci vuole parlare...