Da Elio e le Storie tese al «flamenco pop» da ballare nella Cavea

A Cinecittà musica da cinema con Piovani e Rita Marcotulli

Simone Mercurio

Un viaggio, un percorso, un itinerario, un magma ricco di note, suoni, ritmi, voci e parole. È ricca la proposta musicale della terza Notte bianca. Ecco qualche suggerimento per attraversare con gusto e profitto le strade di Roma fino all’alba. Piazza dei Sanniti (San Lorenzo) ospiterà il concerto di Elio e le storie tese (dalle 22 a mezzanotte). Goliardia esilarante, satira e sana follia senza limiti per Elio e compagni. La voce e le percussioni fra pop e musica etnica saranno invece gli ingredienti peculiari del concerto di Marina Rei, stessa ora al Testaccio Village. Musica come mezzo per l'integrazione all’Esquilino, dove davanti all’Ambra Jovinelli si svolgerà una maratona musicale nel nome della multiculturalità. Il programma prevede, dalle 21, laboratorio di percussioni africane della scuola di musica Timba con 30 musicisti provenienti dall’Africa occidentale e l’Espétaculos Folclòricos Brasileiros del gruppo Soluna con musiche, danze e folklore afrobrasiliano.
Se fra uno spettacolo e l'altro si vorrà fare una passeggiata, dalle 22, fra l'Arco di Gallieno di via San Vito e il Portico 47 di piazza Vittorio transiterà un evento itinerante con poeti e cantastorie per cantare la festa coi versi da vari luoghi del mondo. Versi che sprigionano il senso della festa diffonderanno con i megafoni nelle vie dell’Esquilino l'invito a tutti di scendere in strada e unirsi ai poeti e all’ottetto di musicisti della Brassmati Awrkestra che, con i loro tromboni, tamburi apriranno il «corteo» sino ai giardini di piazza Vittorio.
Ancora atmosfere brasiliane unite alla solidarietà alla Basilica di S. Maria in Trastevere (via San Cosimato, 14/a dalle 21 alle 3) dove musica dal vivo fa da colonna sonora alla presentazione di itinerari del grande paese sudamericano lontani dal turismo di massa. Durante la serata possibilità di raccolta informazioni e adesioni per l'adozione a distanza e invio di materiale di supporto ai bambini delle favelas. Dalla Spagna, serata «¡Flamenco!» nella cavea del Nuovo Auditorium-Parco della musica dalle 22 con la partecipazione straordinaria di due dj fra i più quotati nel mondo, l'italiano Nicola Conte, vero e proprio guru della musica house, e lo spagnolo Diego Ruiz, che condurranno la notte in un’atmosfera tra il chill out più suadente e il flamenco. Ancora quartiere Testaccio. Sul palco montato a piazza S. Maria Liberatrice si alterneranno dalle 19 alle 2.30 l’esilarante Banda Osiris, il free jazz di Zù, la musica etnica venata di swing dei Miradas, e il cantautore Luigi Salerno.
Nicola Piovani a mezzanotte, la voce di Maria Pia De Vito e il piano di Rita Marcotulli subito dopo e il violoncello di Mario Brunello all'alba, (accanto, fra gli altri, Ascanio Celestini, Yousif Latif Jaralla e il «puparo» Mimmo Cuticchio) saranno protagonisti a piazza Cinecittà dalle 21 alle sei della lunga notte fra musica e teatro «Bella Ciao. Il Balsamo della Memoria».
Un viaggio attraverso le più belle musiche della Tv in Bianco e Nero rilette da Massimo Nunzi e dall’Orchestra Trombe Rosse sarà protagonista al parco della Casa Del Jazz di viale di Porta Ardeatina 55, dalle 21.30 all’1 con «La lunga notte della Tv italiana. La giornata "tipo" di un bambino televisivo degli anni '70». Danilo Rea e Ada Montellanico tra gli interpreti. Al Teatro Marcello sarà invece protagonista un ensemble che rileggerà in chiave classica i successi di Paul Simon e dei Beatles (dalle 20.30). Per tutti i gusti, le esigenze e palati la Notte Bianca 2005 propone agli amanti delle sette note in jazz la serata-notte della Galleria Alberto Sordi con «Jazz on White» - La libertà della musica nera nella Notte bianca dalle 22 alle 5 del mattino, ininterrottamente. Letture e musiche della grande storia del jazz, lette da scrittori e attori, reinterpretate dai più grandi musicisti jazz italiani e contemporanei. Per chi non è ancora sazio la Notte si concluderà con una grande festa alle prime luci dell’alba al Pincio, dove dalle 6 è di scena Ambrogio Sparagna che, dopo aver aperto la Notte bianca parecchie ore prima, alle 20, accanto a Benigni in Campidoglio, la chiuderà con il suo ensemble. Saranno presenti Gianna Nannini e Giovanni Lindo Ferretti.