Elio e le storie tese raccontano 25 anni di note

Duccio Pasqua

Raccontare 25 anni di carriera in un paio d’ore. Proveranno a farlo domenica sera Elio e le storie tese, davanti al pubblico dell’Auditorium. Niente virtuosismi strumentali, dunque, bensì «fiumi di parole». Stimolati dalle domande di Gino Castaldo e Ernesto Assante, moderatori di «Incontri d’autore», gli «Elii» parleranno dei primi 25 anni di attività utilizzando il loro modernissimo sito internet come supporto audiovisivo. Le riprese delle telecamere a circuito chiuso dell’Auditorium e le navigazioni in tempo reale verranno mixate e proiettate su grande schermo, mentre dal sito si scaricheranno brani che faranno da colonna sonora alla serata.
Un racconto multimediale, esattamente come è stata finora la carriera del «complessino», che ha sempre amato esplorare altri mondi oltre a quello musicale. La radio, prima di tutto, che vede Elio e le storie tese protagonisti da quasi 15 anni con Cordialmente, su radio Deejay. Il cinema, con la realizzazione di colonne sonore per la Gialappa’s Band e Claudio Bisio, e la recente esperienza nel doppiaggio per il film di animazione Terkel, che sarà nelle sale tra pochi giorni. La televisione, di nuovo al fianco della Gialappa’s, ma anche in proprio, con la realizzazione di anomale autobiografie a episodi. Il teatro, vissuto da Elio come protagonista per Lina Wertmuller e da Rocco Tanica come autore per Bisio, Cortellesi, Crozza e altri ancora.
Resta comunque la musica il fulcro delle attività degli Elii, che nel loro campo hanno saputo innovare come nessun altro in Italia. A partire dal 2004, rendendosi indipendenti dalle case discografiche, hanno infatti dato il via a una rivoluzione digitale, riuscendo per primi (e finora unici, vista la misteriosa riluttanza dei colleghi a seguire il loro esempio) a sfruttare il temuto «mp3» e le tecnologie digitali a proprio vantaggio. Dal «cd brulé», registrazione del concerto venduta alla fine dello stesso, in cd o su chiavetta Usb, al download integrale della loro discografia dal sito www.elioelestorietese.it. Il tutto continuando a scrivere musica di ottimo livello, come dimostrano gli eccellenti risultati dell’ultimo album di studio, Cicciput, uscito nel 2003. Nel 2006 dovrebbe vedere la luce il nuovo disco di Elio e le storie tese che, come di consueto, non svelano nulla sulle fasi di lavorazione. Alla pubblicazione del disco farà certamente seguito un tour, che suscita curiosità nel pubblico di appassionati, ansioso di scoprire quali sorprese accompagneranno le nuove esibizioni dal vivo. La dimensione live è infatti quella che più si addice al gruppo milanese, formato di ottimi musicisti, in grado di eseguire partiture estremamente complicate accompagnandole ai testi notoriamente conditi da intelligenza e ironia. Perché, anche se potrebbe sembrare il contrario, la musica, per Elio e le storie tese, è una cosa seria.
Auditorium Parco della Musica - sala Petrassi, ore 21. Biglietti: 4 euro