Elkann a Moratti: «Le vacanze alla Juve sono prescritte»

L’occasione era ghiotta. E John Elkann non se l'è fatta sfuggire. A Villar Perosa, casa Agnelli per eccellenza, il presidente di Exor ha risposto per le rime a Moratti, che ieri aveva invitato Andrea Agnelli a «rilassarsi e a prendersi una vacanza»: «I consigli delle persone di una certa età vanno ascoltati, ma alla Juve le vacanze sono prescritte». Doppia stoccata e c'è ben poco da interpretare: la prescrizione, come indicato dal procuratore federale Palazzi, fa riferimento ai comportamenti illeciti dell'Inter e del suo presidente di allora Facchetti. Sull'età di Moratti, classe 1945, Elkann ha viceversa giocato con malizia che alcuni apprezzeranno e altri no.
La sostanza è che la Juventus, magari in ritardo rispetto a quando i suoi tifosi avrebbero voluto, tira fuori le unghie anche con il nipote prediletto dell'avvocato Agnelli: accusato spesso di poco attaccamento alla Signora, Elkann ieri ha ribadito che «Andrea è stato coerente. Noi vogliamo essere trattati allo stesso modo degli altri. Non sta a noi decidere se siamo tutti colpevoli o tutti innocenti, ma di sicuro vogliamo parità di trattamento. Se così non sarà, significa che c'è qualcosa da nascondere». Avanti, allora. Dopo avere firmato decine di autografi indossando la maglia (rosa) con il numero 21 di Pirlo per poi gettarla alla folla adorante: «La Juventus è dei suoi tifosi, questa è una grande festa alla quale è sempre bello partecipare. Io e mio cugino abbiamo anche voluto ripristinare l'usanza di trascorrere un po' di tempo a casa nostra con la squadra. Abbiamo tutto per fare bene». E viene anche sdoganata la parola scudetto: «Sì, possiamo vincerlo anche se è presto per fare pronostici. Però la squadra è stata indubbiamente rinforzata: Conte forse non ha ancora grande esperienza, ma ha grinta e professionalità da vendere. E conosce perfettamente lo spirito Juve». Per aumentare ancora le chance tricolori, Marotta è comunque pronto a sferrare l'attacco a Vargas (Amauri in viola, se Gilardino sarà ceduto) e ad Alex, centrale difensivo in esubero al Chelsea.