Elkann riprova col mite Bondi

Sandro Bondi ha deciso: sarà Alain Elkann il suo «consigliere per gli eventi culturali e per i rapporti con l’estero». Per l’attuale direttore del Museo egizio di Torino si tratta di un ritorno, visto che qualche anno fa era stato l’assistente dell’allora sottosegretario ai Beni culturali Vittorio Sgarbi. Di quell’esperienza ministeriale restano alle cronache le polemiche per un viaggio in Afghanistan (sull’aereo di Stato c’era anche l’allora fidanzata di Sgarbi) e diverse sfuriate che Elkann dovette subìre dal bizzoso sottosegretario. Poi se ne andò in modo molto british, senza il baccano che fece Sgarbi quando venne cacciato dall’allora ministro Urbani. Con il mite Bondi Elkann avrà certamente più fortuna.