Gli elogi di Vavassori e l’avvertimento: «Guardiamoci le spalle»

La squadra torna in campo, dopo l’ultima vittoria contro la Sambenedettese, ma le bocche rimangono cucite. Usciti con tre punti in tasca dal derby con lo Spezia, che aveva dato il via al rituale scaramantico, ecco che i giocatori rossoblù preferiscono comunque continuare con un silenzio stampa che, indubbiamente, porta fortuna. Poi, ovviamente, c’è il grande merito degli uomini di Vavassori che elogia la squadra e che preferisce guardare avanti piuttosto che indietro: «Contro la Sambenedettese - ha spiegato Giovanni Vavassori - è stato un successo sofferto ma importante e tutto sommato anche meritato. Ora però dobbiamo andare avanti perchè chi si ferma a specchiarsi è perduto. Ora ci aspettano due partite da affrontare con la necessaria attenzione, prima di poterci ricaricare durante la sosta».
Ieri intanto alla seduta pomeridiana era assente Rimoldi rientrato in Argentina,mentre ha ripreso a lavorare a parte Grabbi. Sono rimasti a riposo invece lo squalificato Tedesco, Grando, Morga e Rossi, alle prese con i soliti problemi renali. Oggi al campo di Pegli è prevista una doppia sessione. Al Genoa Store invece continua la vendita dei biglietti per il match di domenica contro il Cittadella.