Da Eluana a Gosling I casi su cui si discute

Il caso più recente e clamoroso è senz’altro quello di Ray Gosling, il presentatore della Bbc che ha aiutato il compagno malato di Aids a morire anni fa, «nei primi anni dell’epidemia». Un racconto che ha fatto sensazione provocando l’arresto di Gosling per 30 ore, il tempo di un lungo interrogatorio, dopo il quale il 70enne è stato scarcerato. Ma a parte l’azione dovuta delle forze dell’ordine inglesi, la rivelazione di Gosling è stata accompagnata da dichiarazioni di solidarietà in tutto il mondo. E così per molti altri casi. Una scelta privata, di morte, è così diventata un caso pubblico. Cosa del resto successa anche nei confronti di Eluana Englaro. L’anniversario della sua morte è diventata di nuovo occasione politica, ha nuovamente spinto a celebrare una scelta privata diventata tema di dibattito. Molto di più della scelta opposta, quella di vivere. Come nel caso di Salvatore Crisafulli, il malato di Sla che si ostina a restare aggrappato alla vita. O di Marco, il giovane che, in disaccordo con l’ex fidanzata che aveva deciso di abortire, avrebbe voluto tenere il bimbo.