Eluana A Palazzo Marino il Pd si spacca sul caso Englaro

(...) Englaro». Intanto, il Pd si divide. I consiglieri comunali Andrea Fanzago, Marco Granelli e Fabrizio Spirolazzi - tutti di area cattolica - prendono le distanze dalla manifestazione organizzata sabato da Pierfrancesco Majorino e da Marilena Adamo in piazza San Babila: «Crediamo che su temi come questi prima debba esserci il rispetto della persona e della vita», di «Eluana non abbiamo prove certe della sua volontà, dare cibo e acqua a una persona non può essere considerato alla stregua dell’accanimento terapeutico». Come dire: «Il tema va affrontato in Parlamento» e non in piazza «con gli occhi rivolti ai sondaggi d’opinione».
E mentre ieri radicali e socialisti hanno manifestato davanti alla sede dell’Arcivescovado in piazza Fontana. Protesta che ha raccolto poche decine di persone in difesa della «laicità dello Stato» e della «libertà di scelta terapeutica», oggi continua il presidio di studenti di Cl davanti all’Università cattolica, dove Eluana si iscrisse nel 1991. E un sit-in organizzato da Rifondazione comunista è pure in programma alle 17 davanti alla sede della prefettura perché «si impedisca la deriva clerico-fascista messa in atto dal governo Berlusconi».