Emergent, la galleria Mathew premiata per la miglior promozione di giovani artisti

Il riconoscimento internazionale assegnato nel corso di miart 2015, la fiera dell'arte contemporanea in corso fino a domenica 12 aprile a fieramilanocity

La galleria Mathew – con sedi a Berlino e New York – si aggiudica il premio Emergent, il riconoscimento riservato alla galleria ritenuta più meritevole per l'attività di promozione di giovani artisti, attribuito a miart 2015, la fiera dell'arte contemporanea in corso fino a domenica 12 aprile a fieramilanocity, e supportato anche in questa edizione dallo studio legale Lca.

"Lo stand monografico della galleria Mathew, dedicato agli artisti Amy Lien e Enzo Camacho, propone un’installazione immersiva dalla forte componente partecipativa. Con questo allestimento la galleria innesca una comunicazione a più livelli tra artigianato, ceramica sperimentale, tecnologie d’avanguardia e la tradizione della storia dell'arte.” Queta la motivazione della giuria internazionale composta da Susanne Pfeffer, direttrice della Kunsthalle Fridericianum di Kassel; Diana Campbell Betancourt, direttore artistico Samdani Art Foundation Dhaka e capo curatore del Dhaka Art Summit 2014 e 2016; Samuel Leuenberger, curatore del Salts, Basel-Birsfelden.

Emergent è la sezione di miart, curata da Andrew Bonacina, capo curatore di The Hepworth (Wakefield), che dall’edizione 2013 della manifestazione organizzata da Fiera Milano è riservata alle giovani gallerie d’avanguardia e che si è imposta come punto di riferimento internazionale per le giovanissime generazioni di galleristi e artisti.

Lo studio legale Lca, specializzato nell’assistenza legale d’impresa, oltre ad occuparsi di diritto societario, commerciale, dei mercati finanziari e del lavoro, di diritto della logistica integrata, delle assicurazioni, della proprietà intellettuale e della famiglia, è anche impegnato nella promozione dell’arte e della ricerca in campo artistico, nello studio e nella gestione degli aspetti giuridici legati al mondo dell’arte. “La nostra presenza a Miart e il sostegno al premio Emergent - spiega l’avvocato Maria Grazia Longoni Palmigiano - fa parte di un progetto che nasce anche da una passione: quella per l’arte e in particolare per l’arte contemporanea, perché vivendo adesso è bello capire che cosa l’arte ci propone oggi. Quindi abbiamo creato in studio il progetto Law is Art! che richiama il nostro lavoro e lo collega alla nostra passione”.

“Il progetto prevede diverse iniziative, innanzitutto la promozione dell’arte, senza far cose straordinarie perché siamo e restiamo avvocati, in un contesto diverso come il nostro studio in via della Moscova 18 a Milano, dove organizziamo mostre - aggiunge l’avvocato Longoni Palmigiano - per far conoscere le opere a chi lavora con noi e a chi viene nei nostri uffici. Siamo alla terza mostra, la prima l’abbiamo fatta con Tatiana Trouvé, la seconda con Letizia Cariello e l’ultima è la personale di Chiara Camoni. Nello studio, oltre allo spazio espositivo c’è una project room temporanea a disposizione degli artisti. Chi volesse vedere i lavori può telefonare al nostro studio per concordare la visita. Nell’ambito di miart che è un’espressione dell’arte per Milano e non solo, siamo presenti perché il nostro progetto tende ad appoggiare i giovani, da qui la sponsorizzazione del premio Emergent”.