«Emergenza casa, il governo ci aiuti»

A Milano mancano 12mila alloggi popolari. Il Comune ha approvato ieri un piano straordinario per crearne 9mila in 3 anni. Sommati a quelli già in fase di realizzazione, il risultato (11.700) si avvicina molto al fabbisogno reale. I costi sono ambiziosi quanto il progetto: 1,5 miliardi di euro. «L’ampiezza dell’investimento - ammette il sindaco Letizia Moratti - rende necessaria una forte collaborazione con il governo centrale, come peraltro più volte richiesto e sollecitato nel corso di questi mesi».
La recente legge sulla proroga degli sfratti prevede che le Regioni recepiscano i piani dei Comuni e li presentino al governo, che entro fine giugno produrrà il piano nazionale per la casa stabilendo dunque i fondi da destinare a ogni città. Milano presenterà il proprio al Pirellone lunedì, e martedì lo piazzerà anche sul tavolo tra Città e governo a Roma. «È necessario che tutti i ministri facciano la propria parte - afferma l’assessore Verga -: creiamo una “cordata” Comune-governo».