Emergenza-casa, presidio alla Pisana

Intanto, continua a tener banco alla Pisana l’emergenza abitativa con gli occupanti dell’ex Ipab San Michele. Dopo il tentativo di irruzione nella sede del Consiglio da parte di un gruppo di manifestanti, una delegazione consiliare, composta anche dagli assessori regionali alla casa e agli affari istituzionali Bruno Astorre e Regino Brachetti, ha incontrato, ieri, alcuni dei dimostranti. Risultato della riunione è stato quello di fissare per domani mattina un tavolo sull’emergenza abitativa romana e laziale con particolare attenzione all’ex Ipab San Michele, a cui prenderanno parte rappresentanti del XI municipio, della Regione e del comune di Roma e che si svolgerà presumibilmente presso la sede della Giunta regionale di via Cristoforo Colombo. «Abbiamo chiesto - ha spiegato Luca del Comitato cittadino lotta per la casa - che dopo questo incontro se ne svolga subito un altro tra le istituzioni, una delegazione del San Michele e una del comitato». I manifestanti, che hanno già montato alcune tende all’interno del piazzale della Pisana, hanno intenzione di presidiare giorno e notte, fino all’incontro, la sede del Consiglio regionale. Il presidente dell’assemblea Massimo Pineschi ha inizialmente negato questa possibilità, invitando la folla composta da un centinaio di persone a lasciare il piazzale. «Noi da qui non ce ne andiamo - hanno risposto alcuni esponenti del comitato - ci dovranno cacciare con la forza». In pochi minuti le parti hanno raggiunto pacificamente un accordo: gli occupanti dovranno prima comunicare il numero, almeno venti secondo loro e i nominativi di coloro che intendono passare la notte nella minitendopoli allestita alla Pisana, poi il presidente dell’assemblea valuterà la possibilità di poter concedere l’autorizzazione «sempre nel rispetto delle norme».