Emergenza maltempo, neve e vento Caos in tutta l'Europa: 5 morti

Neve su Alpi e Appennini sotto i 1.000 metri. Previsto un peggioramento nel centro-sud. Enormi disagi nella circolazione stradale

Milano - La Protezione Civile ha prolungato di altre 24 ore l'allerta meteo, sottolineando che soprattutto il centro-sud sarà investito da piogge e venti forti, mareggiate, neve e gelate. Per le prossime ore e per la giornata di domani si attendono venti molto forti soprattutto sulle regioni tirreniche centrali e meridionali e mareggiate intense. Le nevicate, anche a quote basse, sono attese sulle zone appenniniche mentre piogge e temporali, anche localmente intensi, interesseranno diverse regioni del centro-sud. Un miglioramento della situazione è previsto per venerdì.

Voli cancellati L'ondata di maltempo che ha colpito la penisola sta causando disagi, black-out elettrici e problemi nei trasporti. All'aeroporto di Fiumicino, dove al momento è in uso solo un pista per gli arrivi e le partenze, il forte vento ha causato la cancellazione di numerosi voli in partenza e in arrivo. Problemi anche agli aeroporti di Milano-Linate, Firenze, Pisa e Lamezia Terme.

Black-out in Sardegna Dalle 5.50 di questa mattina è manca l'energia nel nord-est dell'isola: circa 87mila utenti sono rimasti al buio. La corrente è tornata a partire da mezzogiorno. A Roma si registrano circa 100 interventi dei vigili del fuoco.
Problemi nel porto di Civitavecchia Alcuni container e un'auto in sosta su una banchina, senza passeggeri a bordo, sono finiti in mare; ritardi superiori alle 3 ore per le navi.
Mareggiate sul Tirreno Il fronte freddo si è esteso al centro Italia con nevicate che al momento interessano il tratto appenninico dell'Autosole e i tratti montani dell'A24 Roma-Teramo e dell'A25 Torano-Pescara. A Marina di Pisa è stata chiusa la strada litoranea: il forte vento ha trasportato la ghiaia utilizzata per arginare il mare, rendendo impraticabile il passaggio dei veicoli. Sul litorale pisano questo tipo di problema si ripete ogni volta che ci sono le mareggiate. A Livorno è stato chiuso un tratto di viale Italia, invaso dai detriti, compresi sassi di oltre 5 kg.
Sud, isole bloccate Per il secondo giorno consecutivo non è partita dal porto di Trapani la nave per Pantelleria, rimasti fermi anche i mezzi navali che collegano Palermo a Ustica. Interruzioni anche nei collegamenti per le isole del golfo di Napoli.

Maltempo in Europa: cinque morti Nevicate abbondanti hanno colpito ieri sera l'Europa centro-occidentale, mentre violenti raffiche di vento nelle aree meridionali continuano oggi a creare disagi ai trasporti in tutto il continente. Cinque i morti causati dal maltempo. Neve e ghiaccio hanno provocato più di mille incidenti stradali e la morte di tre automobilisti in Germania. La situazione rimane particolarmente difficile sulle arterie stradali del sud e negli aeroporti di Stoccarda e Monaco di Baviera. Le forti nevicate nel nord della Spagna, hanno interrotto per diverse ore la circolazione sull'autostrada che collega la costa basca a Pamplona. Imbiancate anche le montagne della regione di Madrid. In Gran Bretagna la neve ha imbiancato Londra, mentre la British Airways ha dovuto annullare numerosi voli, soprattutto in partenza da Heathrow. Anche in Svizzera le nevicate hanno creato disagi al traffico aereo: 32 voli sono stati annullati all'aeroporto di Zurigo-Kloten, 37 a quello di Bale-Mulhouse. Nessun elicottero ha potuto decollare da Davos, dove si sta svolgendo il Forum economico mondiale. Gli invitati, tra cui il cancelliere tedesco Agnela Merkel, hanno dovuto viaggiare in auto. In Polonia la neve ha creato disagi al traffico stradale, soprattutto nel sud montuoso.