Emergenza rifiuti anche in Calabria

La magistratura ha sequestrato la discarica di Pianopoli, in provincia di Lamezia Terme. Stop ai camion di rifiuti, si apre un altro fronte della spazzatura

Rischia di esplodere una vera e propria emergenza rifiuti in Calabria dopo che l'impianto di selezione della società Daneco a Lamezia Terme ha bloccato oggi i conferimenti perché è saturo a causa della chiusura della discarica di Pianopoli sequestrata dalla Procura lametina la scorsa settimana. Nell'impianto di selezione conferiscono i rifiuti di una ottantina di comuni delle province di Catanzaro e Vibo Valentia che ora corrono il rischio di dover sospendere la raccolta.
Un primo stop, intanto, è già stato deciso per la raccolta a Lamezia Terme ed in altri ventisei comuni della zona. La società incaricata della raccolta dei rifiuti urbani, la Lamezia Multiservizi, ha comunicato che già oggi è stata impossibilitata a scaricare nell'impianto di selezione della Daneco perchè la struttura è satura. Il rappresentante della Daneco impianti, l'ingegner Giorgio Mancini, ha evidenziato che «l'impianto di Lamezia Terme dopo la selezione scaricava nella discarica di Pianopoli, ma essendo stata sequestrata, ciò non è più possibile».
L'assessore regionale all'ambiente e Sub Commissario delegato al superamento della situazione di Emergenza Ambientale nel settore dei rifiuti urbani, Francesco Pugliano, si è messo subito al lavoro per trovare una soluzione. «Stiamo cercando - ha detto - una soluzione per fare in modo che i rifiuti dell'impianto di selezione della Daneco vengano conferiti nelle discariche che sono attualmente funzionanti. Questa però sarà una soluzione tampone e provvisoria. La situazione complessiva resta comunque difficile».
Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, auspica che sia trovata una soluzione al più presto.
«C'è bisogno - ha detto - di un intervento che sblocchi quella che, ormai, è diventata una situazione di emergenza. Subito dopo il sequestro della discarica di Pianopoli ho scritto al presidente della Giunta regionale, Giuseppe Scopelliti, che è anche commissario ad acta, ed ho parlato con l'assessore Pugliano, vice commissario, per tentare di trovare una soluzione al problema».
Stamani, intanto, i vigili urbani del Comune di Rossano hanno multato e bloccato quindici camion carichi di rifiuti provenienti da Gioia Tauro e Pianopoli. La polizia municipale è entrata in azione dopo l'ordinanza del sindaco, Franco Filareto, che ha disposto il divieto di transito nel territorio comunale ai mezzi che non appartengono al consorzio che già utilizzano la discarica di Bucita. La decisione è stata presa contro il provvedimento di ampliamento della discarica che è ormai esaurita da tempo.
«Ci stiamo muovendo con la Prefettura di Cosenza - ha detto Pugliano - per trovare una soluzione anche per la vicenda di Rossano. Non può passare, infatti, il concetto che l'ordinanza di un sindaco blocca un intero sistema. Bisogna evitare di creare un precedente che può diventare assai pericoloso».